Infinitamente prezioso [Ventimiglia]

Nell’affollato scompartimento del treno che va verso il mare, una signora avvolta in un pastrano colorato per via dell’estate in ritardo legge Infinitamente prezioso, di Kiki de Montparnasse. Ha gli auricolari infilati nelle orecchie a isolarsi dagli altri passeggeri, i capelli tinti di un nero che vira sul rossiccio, e mentre legge si morde e si tortura le unghie. Tuttavia si distrae spesso, poi fa uno sbadiglio rumoroso e mette via il libro.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: