Quello che conta [Forlì]

Calma e pacata, occhi nascosti dietro a lenti scure e vestita con un succinto soprabito da spiaggia, una ragazza sta leggendo Quello che conta di Hal Urban. Ogni tanto si aggiusta con piccoli gesti le forcine nei capelli, il tutto sempre molto lentamente. Tiene occupato il sedile davanti a sè con la sua ingombrante borsa e, mentre i pendolari salgono e scendono nelle varie fermate, la sua stazione di arrivo sembra non arrivare mai.

2 commenti

  1. Anche a noi è capitato di non scendere da un tremo della metropolitana per finire il capitolo che ci stava prendendo

    1. E’ un rischio che corro anche io spesso quando viaggio in solitaria🙂

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: