Stupori e tremori [Roma]

Appena vedo la copertina-stupore-e-tremoricopertina di quel giallo particolare un flash mi dice già che la ragazza forse trentenne di fronte a me sta leggendo “Stupori e Tremori”, di Amélie Nothomb. Per assicurarmente faccio il girotondo attorno alla ragazza e mi trovo di fronte alla copertina, quei due occhi a mandorla. “Stupori e Tremori” l’ho letto, fatto autografare, ne ho riparlato di recente e salta fuori anche qui, sulla metro B1 di Roma. Mi stupisco, non tanto da tremare. Vorrei dire alla ragazza che a mio modesto parere la Nothomb ha scritto di meglio, ma magari ha preso l’edizione economica di Guanda solo così, per iniziare, per iniziarsi alla scrittura bizzarra dell’autrice belga, e mi dico che è un’autrice che è giusto che ognuno esplori a modo suo, allora lascio la trentenne bassina intenta nel suo Nothomb e scendo a Piramide.

 

2 commenti

  1. Anche secondo me la Nothomb ha scritto di meglio. Ma è anche vero, come scrivi tu, che è giusto che ciascuno “esplori” un autore o un’autrice dal proprio angolo visuale…

  2. ps: complimenti per il blog!🙂

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: