Leggere Lolita a Teheran [Torino-Milano]

Leggere Lolita a TeheranIl treno del mattino è sempre pienissimo, ma nelle carrozze di prima classe sono gli uomini in giacca e cravatta la categoria più numerosa. Un signore sui 60 – completo blu impeccabile, cravatta chiara, capelli bianchissimi – legge, comodamente seduto sulla sua poltroncina. La ventiquattrore ai suoi piedi – impeccabile pure lei – fa pensare che anche lui rientri nel novero dei lavoratori pendolari. Ma quando la voce metallica annuncia l’ingresso in stazione, mentre le persone iniziano a muoversi con impazienza verso le porte, lui non si scompone. Posa Leggere Lolita a Teheran di Azar Nafisi sul tavolinetto davanti a lui. Dà un’occhiata intorno, tranquillo. Poi riprende il libro. Non è ancora arrivato il suo momento di scendere.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: