Un covo di vipere [Bologna]

3333-3[1]Una donna e un uomo prendono posto sul treno, esaltati e felici come bambini la mattina di Natale. Lei, capelli neri lunghi e sorriso splendente, inforca un paio di occhiali da lettura e parte in un’avventura con il Commissario Montalbano, intitolata Un covo di vipere. La lettura però non dura molto: il marito la stuzzica, ridono, si abbracciano, si baciano, si accarezzano. Lei, dopo avergli passato la mano tra i capelli brizzolati più volte, riprende a leggere, fino a fermarsi definitivamente dopo poche pagine, chiudendo libro e occhi, ma aprendo nuovamente il sorriso.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: