L’insostenibile leggerezza dell’essere [Faenza]

kundera

Appena il treno lascia la stazione, una ragazza trova un posto imbucato e, goffamente, riesce ad arrivare a sedercisi prima di altri. Si raccoglie i voluminosi capelli ricci in uno chignon alto, lasciando scoperto il collo chiaro e, dopo essersi aperta la giacca verde militare, estrae dalla sua ventiquattrore in pelle un libro, L’insostenibile leggerezza dell’essere di Milan Kundera. E’ ancora verso l’inizio ma sembra attratta dalle figure che la lettura evoca; mentre il treno accumula ritardo, lei non stacca un attimo gli occhi dalle pagine.

One comment

  1. […] degli occhi. Il libro? Il valzer degli addii di Milan Kundera, stesso colore di copertina de L’insostenibile leggerezza dell’essere, altro must dell’autore per i viaggiatori della Linea […]

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: