L’Odissea [Torino]

OdisseaNella metro semi-vuota delle quattro del pomeriggio, una signora entra e si guadagna un posto a sedere. I 60 sembrano passati da un po’, indossa un cappotto scuro e dei pantaloni grigi. I capelli sono ricci, piuttosto corti, rosso rame. Dopo essersi sistemata, tira fuori dalla borsa l’Odissea di Omero. Il libro è grande, ingombrante, anche se la copertina flessibile fa pensare a un’edizione economica. Lei se lo apre sulle gambe, senza pensare troppo al peso. Si immerge nelle avventure di Ulisse e non si guarda mai intorno.

2 commenti

  1. In effetti non è proprio un libro snello da portarsi dietro

  2. Libri grandi, in tutti i sensi.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: