Ti prendo e ti porto via [Roma]

Ti prendo e ti porto viaCappotto corto rosso, occhiali da vista dalla montatura vintage, taglio alla maschietta: la osservo e penso che sembra uscita da una rivista di moda. Se ne sta in piedi proprio di fronte alle porte del vagone, lottando con la borsa, che le scivola di continuo dalla spalla, ed il libro che si ostina a tenere aperto nonostante le spinte dei passeggeri che salgono e scendono intorno a lei. Ti prendo e ti porto via: chissà se del libro è stato il titolo evocativo ad attrarla, oppure l’autore, Niccolò Ammaniti, una garanzia per i suoi affezionati lettori.

Advertisements

4 commenti

  1. Ho molto amato questo libro.

    1. Anch’io: è stato il primo di Ammaniti che ho letto..

  2. Non ho letto il libro, ma ho presente la situazione che ha vissuto la ragazza in questione; gestire la borsa che (ogni due per tre) ti scivola stando sull’impermeabile, o sulla giacca a vento, è terribile… Ha tutta la mia comprensione…

  3. Già…Chiunque legga libri sui mezzi pubblici – in piedi – prima o poi deve cimentarsi con “la prova della borsa” :-S

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: