Mille farfalle nel sole [Torino-Venezia Mestre]

coverViaggio su uno di quei posti a quattro con il tavolino centrale. Alla mia destra, un ragazzo ghanése butta l’occhio sulla mia lettura, e inizia a raccontarmi di quando “più o meno alla tua età, sono andato a Parigi per studiare Ingegneria, ma non l’ho mai finita, era troppo difficile. Ho raggiunto mio fratello a Torino.” La signora di fronte ha smesso da un bel po’ di leggere, ma tiene il libro aperto sul tavolo. Ci scruta dietro due grosse lenti e segue un po’ confusa i nostri discorsi. Di tanto in tanto torna alla pagina aperta, ma non sembra appassionarsi alla lettura. Il ragazzo la include nel dialogo, così inizia a raccontarci la vita di suo figlio. “Lui ha studiato informatica. Si è da poco trasferito con la moglie e ha trovato un nuovo lavoro. Sono molto felici, sono una suocera fortunata.” Lascio i due ai loro discorsi e sono io ora ad osservarli, stupita e divertita. Le squilla il telefono: “Tesoro. Sono qui, circondata da giovani…” Il tempo di coordinare l’incontro e la telefonata termina. Appena chiude mi guarda e mi lancia un sorriso complice: “Il mio bimbo.”

One comment

  1. A me è successa una cosa simile. Però quella a leggere ero io: L’amore ai tempi del colera.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: