Libertà [Venezia Mestre-Trieste]

jonathan-franzen-libertaHa poco più di trent’anni. I capelli lunghi e biondi le incorniciano il viso. Sul sedile a fianco appoggia un borsone sportivo e una scatola di cartone colorata. Apre il cappotto di lana cotta e si abbandona al sedile. Assorbita dalla lettura, inizia a mordicchiarsi l’indice della mano destra; arrivata a fondo pagina, passa a quella successiva e al pollice sinistro. In uno dei passaggi, il biglietto del treno incastrato tra le pagine di Libertà di Jonathan Franzen le cade, e con un sorriso incrociamo gli sguardi mentre lo raccolgo e glielo restituisco.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: