La casa tonda [Roma]

20140410-081419.jpg

Nel primo vagone della metro B1 non sono affatto pochi i passeggeri con un libro in mano. Ci sono ben due copertine che riconosco: Open di Agassi.
Ma lei non sta leggendo uno di quei due libri. Rivolge inconsapevolmente verso di me la copertina del suo e riesco a riconoscere un romanzo di Louise Erdrich, La casa tonda.
La donna è seduta tra un’altra lettrice ed un ragazzo che gioca con il tablet, ma sembra essere immersa in un mondo tutto suo. Quasi non viaggiasse sullo stesso treno degli altri.
Porta i capelli legati, una giacchetta con il cappuccio e dei pantaloni scuri. La pelle delle mani e del viso rivelano la sua età certamente al di sopra della quarantina.
Il libro, aperto delicatamente tra le due mani, è tenuto piuttosto in alto davanti a lei, cosa che le permette di non chinare troppo il capo. Ma in ogni caso, anche se fosse stato abbassato, non credo lo avrebbe mai sollevato. Il momento di scendere alla sua fermata pareva essere lungi dall’arrivare.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: