Figuracce [Roma]

copertina FIGURACCECapolinea della metro B1. Come accade sempre più di frequente, non c’è alcun convoglio pronto al binario e una moltitudine di passeggeri affolla la banchina tentando, nell’attesa, di distribuirsi in maniera equilibrata lungo il bordo delle rotaie. Come molti, mi appoggio anche io alla parete, allungando il collo di tanto in tanto per controllare se il treno sia o meno in arrivo. Inganno l’attesa guardandomi intorno quando la mia attenzione viene catturata da un trentenne non molto distante: jeans, scarpe da ginnastica, camicia a righe dalle maniche arrotolate fino al gomito, zainetto in spalla. Il libro che sta leggendo dev’essere spiritoso perché, tra una riga e l’altra, le labbra non possono fare a meno di sorridere e, a tratti, l’intero viso tradisce una sensazione di puro divertimento. Quando il treno arriva ci ritroviamo seduti abbastanza vicini perché io possa vederne la copertina: si intitola Figuracce! Come non lasciarsi andare al buonumore con un titolo così?

3 commenti

  1. deve essere uno di quei libri che ti svoltano anche le giornate più grigie!
    Un piacevole e giusta intermezzo tra un romanzo russo e il romanzo di denuncia!😀

  2. Concordo: ogni tanto bisogna concedersi anche letture “spensierate”😉

  3. anche perchè le attese bibliche della B/B1 vanno sdrammatizzate in qualche modo🙂

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: