I love shopping [MILANO]

i love shopping sophie kinsellaPenultima settimana di agosto. Milano è quasi deserta ed io ho la sensazione di essere in ritardo, come se i trenta minuti di anticipo sull’inizio della riunione sembrano non contare. Mi accingo a fermare il bus, ma la ragazza seduta sotto la pensilina mi precede. Il pullman si arresta e mi scosto per lasciarle la precedenza. All’interno del mezzo siamo in pochi: io, lei, l’autista e altri due passeggeri. Sediamo sparpagliati e ognuno è libero di fare ciò che crede senza la preoccupazione di essere osservato o ascoltato. Morto di sonno, ma abbastanza vigile e con la deformazione da bookwatcher, scruto se qualcuno dei presenti ha un libro in mano. Nessuno legge. Arriva la mia fermata, scendo dal bus e noto che con me è scesa anche la ragazza di prima. Tutti e due scrutiamo l’orizzonte in attesa del prossimo mezzo. Tutti e due attendiamo. La ragazza si attacca allo smartphone e ringrazia di un qualcosa la persona all’altro capo del telefono. Il tram 9 arriva non appena lei termina di telefonare e di mandare quel centinaio di sms. Saliamo sul mezzo con più gente rispetto al precedente. Decidiamo di sederci l’uno vicino all’altra, come se ci conoscessimo da tempo, come se stessimo andando verso la stessa destinazione. Il tutto secondo un tacito accordo. Quindi, secondo il calcolo delle probabilità, dovremmo scendere alla stessa fermata. Nel frattempo riceve un’altra telefonata. Ha una voce un po’ troppo stridula per i miei gusti. É troppo presto per sentire squittire gli scoiattoli. Anche a questa chiamata rinnova i ringraziamenti per il regalo ricevuto la sera prima. Finalmente capisco per che cosa ha ringraziato e qual è il regalo perché lo tira fuori dalla tracolla e con vanto annuncia di essere già arrivata a pagina 44. Sta parlando di un libro leggero, forse frivolo, forse nato solo per diventare un best seller, ma che ha fatto ridere anche me, non tanto tempo fa. I love shopping di Sophie Kinsella. Il tram ha passato Porta Venezia e la fermata in viale Piave si sta avvicinando. Mi alzo, saluto la mia compagna di viaggio, mi avvicino all’uscita e scendo. Da solo. Il calcolo delle probabilità ha fallito.

20 commenti

  1. No, non lo leggerò mai… credo.

    1. anche io dicevo così. l’ho letto e mi ha divertito. risate spensierate.

  2. Bellissimo, devo dire che rispetto agli altri questo racconto è più lungo. Ma penso ci siano racconti lunghi e noiosi e racconti lunghi ma interessanti, ecco, questo è uno di quei racconti lunghi ma interessanti. quando inizi a leggere non distogli piú lo sguardo finchè non sei arrivato all’ultima parola. Bello. Mi piace molto.

    1. in effetti è un poco più lungo degli altri. sono contento però ti sia piaciuto lo stesso. grazie elisa.

  3. I love shopping… un libro che in tanti leggono e in pochi raccontano, un po’ come quei telefilm commerciali e magari mal recitati che però, inconsapevolmente, stimolano i nostri edonistici interessi! Mi ritrovo nella ragazza del tram 9 e apprezzo la scrittura piacevole e ottimamente attenta dell’autore. I love WordPress 😀

    1. sono le letture che molte volte, come hai detto tu, non si raccontano. grazie aleali

  4. alessandro · · Rispondi

    Sincero non mi è mai piaciuto i love shopping. Ma tutto il racconto che c è dietro è sempre interessante. Non credo sia lungo , ma solo più completo. Bel pezzo soprattutto quando parli dello squittio degli scogliattoli al mattino. Grande!!

    1. sono contento di avere reso l’idea del ”fastidio” mattutino… grazie alessandro.

  5. Il calcolo delle probabilità potrà anche fallire, ma spesso le migliori amicizie possono nascere così, dal nulla!

    1. purtroppo non è nata alcuna amicizia. mi sarebbe piaciuto. grazie salvodna.

  6. L’ambientazione milanese non poteva che far tirare fuori dalla borsa “I love shopping”! Vediamo che tirano fuori dalla borsa a Torino😉

    1. chissà… sempre gli occhi aperti. grazie simone.

  7. Settimana dopo settimana i racconti sono sempre più interessanti e curati.
    Nonostante la mia diffidenza verso I love shopping, ti faccio i miei complimenti per l’articolo.

    1. grazie eleonora. settimana dopo settimana mi conoscerai sempre meglio. besos.

  8. Libro fantastico, come anche il commento. Leggere non è soltanto cultura, a volte può essere puro divertimento.

    1. le letture che alleviano lo stress, la fatica, i pensieri che opprimono. grazie fulvia.

  9. è il mio libro. bravo stefano. ora vado a ledggere gli altri.

  10. concordo con topper:forse non lo leggerò mai;
    concordo con simone: libro adatto all’ambiente milanese e aggiungo soprattutto durante la mfw.
    mi è piaciuto. piaciuto anche ritrovarmi in porta venezia e sul tram 9. bello tu e l’articolo

  11. grazie fede. adatto anche per la lfw. burberry is waiting fore us.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: