Santa Muerte Patrona dell’umanità [Roma]

santamuertepatronaSfondo nero. Uno scheletro in abiti religiosi con un velo sul capo e una falce in mano. Alla sua sinistra, una bottiglia di liquore quasi vuota e il titolo in giallo fosforescente che recita “Santa Muerte“, e sotto, in bianco, “patrona dell’umanità”. Sopra, in piccolo, l’autore: Fabrizio Lorusso. A tenere in mano il volume dalla singolare copertina, la legittima proprietaria. Non una suora, non una ragazza nella sua fase dark, non una fan del death metal metropolitano, ma una giovane donna probabilmente diretta al lavoro. Vestito blu attillato, scarpe alte beige coordinate con una borsa dello stesso colore, capelli lisci, poco trucco, abbronzatura dorata. Unica nota sbarazzina: le cuffiette viola che legano le orecchie a un mini i-pod appena visibile.

Si guarda attorno quando qualcuno sale nel vagone, ma per il resto la concentrazione sul libro è massima. Di tanto in tanto alza le sopracciglia in una muta esclamazione di stupore. Quando scende alla sua fermata, non mette via il volume: qualsiasi lettore sa, infatti, che le scale mobili di ogni stazione metro offrono secondi preziosi per finire le pagine lasciate a metà.

10 commenti

  1. Che libro attraente. Quasi quasi non lo compro

    1. Sai che invece leggendo di cosa tratta io mi sono incuriosita? È un saggio interessante, secondo me.

      1. Ammetto di essermi fermata a titolo e copertina…

      2. Eh la falciona in primo piano fa questo effetto, a dirla tutta…

      3. (commento necessario, perché d’instinto mi sono rotolato dalle risate e riconosciuto immediatamente in quello di pendolante… diciamo che quantomeno l’effetto-stimolare-la-curiosità è stato raggiunto!)

      4. Ah sì, impossibile non restare incuriositi da quella copertina. Per me è stato amore a prima vista🙂

  2. […] questo post che parla del libro Santa Muerte Patrona dell'Umanità dal blog LibriMetro e ringrazio chi ha beccato la lettrice della Santa (e anche la lettrice stessa!). Non conoscevo il […]

  3. dopo aver conosciuto Terry Pratchett (ed ovviamente letto Sandman) Death/Morte è uno dei personaggi/temi più belli di cui abbia mai letto.
    Non è la fine della vita, è il suo limite kantiano, oltre che uno (due) dei miei personaggi preferiti!
    Non guarderete più alla Morte con gli stessi occhi e la stessa negatività (il che non significa augurarsela, ovviamente, tutto il contrario!)

  4. Magari fornisce spunti su macumbe ? No perché potrebbe tornare utile di tanto in tanto a noi pendolari…😉

    1. Mmm…ad occhio direi di no, ma non escludo che in futuro potrò incontrare qualche pendolare che legge qualcosa di più specifico in merito. Terrò gli occhi aperti, non si sa mai😀

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: