La luna e i falò [Torino]

Ha sui 16-17 anni, è stravaccato su un sedile del pullman con lo zaino tra le gambe e la testa appoggiata al finestrino, e con una mano si regge stancamente davanti agli occhi un libro arrotolato su se stesso. La maglietta bianca e i pantaloncini parlano ancora d’estate, e infatti il libro si rivela evidentemente una tipica lettura estiva impostagli dalla scuola: Cesare Pavese, La luna e i falò, con introduzione di Gian Luigi Beccaria. Il ragazzo non sembra apprezzare, e dopo poche pagine lo infila nello zaino, riappoggia la testa al vetro e chiude gli occhi, cercando forse di godersi gli ultimi giorni di vacanza senza dover pensare ai compiti arretrati.

2 commenti

  1. eh sì, pesante Cesare Pavese.

    1. Sarà masochismo, ma io lo adoro🙂

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: