La canzone del cavaliere [Torino]

copertinaAlle nove di mattina, su un pullman per il centro incredibilmente poco affollato, l’uomo seduto di fronte a me legge La canzone del cavaliere, di Ben Pastor. Sulla cinquantina, ha i capelli grigi tagliati cortissimi e sotto la felpa blu indossa una camicia bianca che gli spunta dal colletto e sui fianchi, un po’ scomposta. Sulla punta del naso ha un paio di occhiali sottili, legati con una cordicella rossa. Al polso porta tutta una serie di bracciali dorati e argentati piuttosto spessi e vistosi. Legge un po’ ingobbito, quasi come se stesse studiando qualche documento importante in una biblioteca. A ogni fermata solleva brevemente lo sguardo, poi torna a immergersi nella lettura.

Annunci

One comment

  1. Me lo immagino come il classico tipo che fa SHHHH in biblioteca appena qualcuno respira troppo forte!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: