Cara Mileva [ROMA]

milevaMetro di metà mattina e metà tratta. Metrò di meta lavorativa mattutina, linea A, Vittorio Emanuele. La copertina è oscurata da una borsa quadrata e ingombrante, si vede solo il profilo di una figura. I colori sono tenui: è tutto involontariamente essenziale. Fatta eccezione per la collana d’argento e le cuffiette azzurre, che fuoriescono dal neutro. La copertina del libro è di carta, con le onde blu. La curiosità di scoprire il titolo sopravvive alla prima baraonda organizzata di Termini, resiste alla seconda di Spagna, dove Lettrice trova posto a sedere. Le attenzioni e la tenacia di un piccolo musicista che si aggira nel nostro vagone le strappano quindici secondi di dedizione, o ne regalano altrettanti di colonna sonora, dipende dalla prospettiva. Di sicuro mi permettono un’improbabile rapidità nell’intercettare la misura di tanta concentrazione: è una cosa seria, una di quelle letture che assomigliano a un rito e non andrebbero disturbate mai. Lettrice dalla lettura appassionata, o(h) vero e proprio ricettario di passioni, dipende dalla prospettiva: Cara Mileva, Albert Einstein – Mileva Marič.

3 commenti

  1. Un omaggio alla fondatrice😉

  2. L’ha ribloggato su matsymanue ha commentato:

    Cara Mileva, un giorno a Roma

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: