L’arte di correre [UDINE]

murakami quarta.indd

Le strade si sono incrociate più volte nello stesso arco di una canzone. “Contento por nada”. E questo vuol sempre dire qualcosa. Capello corto. Il sorriso di chi ha capito sulla propria pelle che qualunque cosa accada, alla fine ci si rialza sempre. In qualche modo. Vestita per passare inosservata, si dimentica della sua personalità. Così fuori dal comune che non basta un vestito svogliato a distogliere l’attenzione. Riesce in poche parole a esporsi più di quanto mi aspetti. E legge. Tiene tra le mani un libro, che porterà in testa, mentre farà fatica sulle gambe. “L’arte di correre”.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: