Alle origini della fisica contemporanea [Faenza]

7513829b99532a384fcfaa01c0657f41-dNel freddo grigio e malinconico di una mattina di un tipico inverno romagnolo che scorre fuori dai finestrini del treno regionale, un uomo anziano dai tipici tratti olandesi si alza lasciando sul posto un libro vecchio e malconcio: “Alle origini della fisica contemporanea” di Thomas S. Kuhn. Latita per qualche minuto, ma quando torna si mette subito a leggere, tenendo fra le dita un pastello verde con il quale sottolinea i passi più importanti e una lente di ingrandimento portatile per esaminare tutte le sfaccettature e i grafici che si presentano.

Lo studioso della Teoria del corpo nero e della Discontinuità quantica non si preoccupa in realtà delle fermate che scorrono con una certa cadenza; a un certo punto però alza la testa di scatto per un controllo e, scoprendo dal finestrino paesaggi noti, lascia andare un sonoro respiro di sollievo, regalando un sorriso sincero e spontaneo alla ragazza dalla lunga treccia di fronte a sè.

2 commenti

  1. sottolineare un libro con un pastello ? ? ? abominio ! ! !

    1. Io non ci riesco nemmeno con la matita, ma ho anche trovato scritte a penna in libri non miei!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: