Gelo [ROMA]

copertina GELOCi sono mattine in cui tutto ti sorride: trovi l’ascensore pronto al tuo pianerottolo; l’autobus arriva alla tua fermata senza doverlo attendere nemmeno un minuto; trovi posto a sedere sulla metropolitana e, non plus ultra, esattamente di fronte a te c’è un lettore – anzi, una lettrice – con tanto di libro (e di copertina) bene in vista! Si tratta di una bella signora sulla sessantina, minuta e sobria, capelli castani di media lunghezza e una borsa a pois plastificata stile Grandi Magazzini Harrods tra i piedi, viaggia accanto al marito, anch’egli concentrato nella lettura. Devo averla fissata un po’ troppo insistentemente perché, mentre dallo zaino tiro fuori il telefonino per appuntarmi autore e titolo del libro, con la coda dell’occhio la scorgo mentre a sua volta mi rivolge uno sguardo che ben incarna il titolo che ha tra le mani: Gelo.

4 commenti

  1. anche a me hanno riservato quello sguardo, quando mi hanno sospettata di fotografie non autorizzate…

    1. sguardi indiscreti si, fotografie indiscrete no. non per ora. ancora.

  2. Allora puoi capirmi… :-S

  3. a me capitato un paio di volte, anche perchè non sono ancora cosi avventato, e sono diventato rossissimo. ma veramente rosso.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: