Burton racconta Burton [Forlì]

9788807722714_quarta.jpg.448x698_q100_upscaleRiuscire a trovare un posto a sedere alla prima fermata che il treno fa da quando si è saliti è questione di tattica, fortuna e cattiveria: in questo caso ci sono riuscito, sedendomi davanti ad una assonnata studentessa dallo sbadiglio facile e ad una ragazza riccia dagli occhi color ghiaccio e semplici orecchini di perla. Proprio quest’ultima, mostrando una delicata semplicità nel maglione rosso e nei jeans scuri, assieme al sorriso timido che le sorge spontaneo dopo uno sguardo all’iPhone, tiene abbracciato a sè un libro: Burton racconta Burton, l’autobiografia del regista Tim Burton.
Questo, dalla copertina semplice ed efficace come lei, è protetto da una copertina trasparente e ha ben in evidenza l’adesivo della biblioteca da cui arriva; proprio pochi minuti dopo, quando il treno inizia a frenare e nella carrozza il tipico odore di frenata ha conquistato lo spazio disponibile, la ragazza si mette al collo laccio e cartellino che le servono per lavorare.

La professione? Bibliotecaria!

10 commenti

  1. in effetti è questione di tattica, fortuna e cattiveria, aggiungerei io visione del gioco.
    Ecco perchè Tim Burton in copertina è seduto 🙂

    1. Verissimo, hai pienamente ragione! 🙂

  2. Fortunata lei e mannaggia te che mi hai fatto tornar voglia di leggere ‘sto libro! 😀

    1. Mea culpa 🙂 piaciuto così tanto quel libro? 😉

      1. Non l’ho mica letto 😛 lo desidero tantissimo ma mi sono autoconvinta che di sicuro non ne varrebbe la pena. Sembra tanto una bella trovata markettara! A quanto pare comunque non sono poi cosí convinta 😄

      2. Ah su quello ne sono quasi certo! 🙂 e no, non sembri convintissima, ma se mi dai i giusti nominativi lo consiglio a qualcuno a te caro come prossimo regalo da parte loro per te! 😀

      3. Ahahahah d’accordo: a mio fratello, cosí poi glielo frego senza venir meno alla promessa che mi son fatta, cioè non comprarlo!

      4. Esatto 😀 l’idea c’è, ora va solo applicata!

  3. io mi faccio sempre fregare il posto su cui butto un occhio. be’, non sempre. quasi.

    1. Non hai la giusta dimestichezza, ti insegnerò la tecnica! 🙂

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: