Una cascata di diamanti [Roma]

cascata-diamanti“Conoscevo un tipo di nome Abadala, lavorava con le gang”… così si legge all’inizio della piccola pagina ingiallita, di una tonalità così intensa di antico che ti fa dubitare che il libro abbia più anni di ogni passeggero del vagone. Il tascabile, ben conservato, lo legge una donna sulla trentina, con tanti capelli ricci ondulati. E’ quel momento del venerdì sera sera, quel quarto d’ora preciso dove sulla metro si mischiano chi sgualcito ha fatto tardi in ufficio e chi ben vestito è già pronto per il primo spritz. A Piramide la donna chiude il suo piccolo capolavoro di antichità, sistema un segnalibro verde fra le pagine  e si avvicina alle porte “lavorava con le gang, laggiù al porto”.

Advertisements

One comment

  1. Fleming è ormai un classico

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: