Archivio dell'autore: redazionelm

Libri…sotto il sole!

La redazione di Libri in Metro vi augura un buon Ferragosto… ma non solo! Ognuno dei nostri bookwatcher vi consiglia infatti il libro da leggere in queste giornate di vacanze, in relazione al tipo di persona che siete! Francesco: sei uno di quelli che se ne sta sotto l’ombrellone quasi tutto il giorno e con un libro ti estranei […]

LM presenta: La ragazza del faro

Tra tutte quelle persone avviluppate nel quotidiano abbraccio della metro, all’ora di punta, una donna cattura la mia attenzione svegliandomi dal torpore rassegnato di chi è abituato a vivere il peggio che una grande città può offrire. Inizia a parlare da sola, con il viso appiccicato al vetro. Poi arriva l’uomo con il violino. Un […]

LM presenta: Agata di notte

Il mare perfetto, lucidato dalla bava del vento, mentre il traghetto taglia la tavola piatta, profonda del blu, sancendo un’unica onda: l’unico movimento possibile, dentro l’agosto allo zenith. Sopra questo incanto, come immobile, lei: sull’imbarcazione troppo grande per trasmettere le vibrazioni della navigazione; non abbastanza veloce per trascinarla lontana dalla sua nostalgia. Dietro gli occhiali […]

LM presenta: Il giorno migliore per investire un uomo

Nella metro di Montesanto la temperatura ha raggiunto un livello allarmante, e sulla mia destra un donnone nevrastenico si sta agitando mentre urla invettive arzigogolate contro il governo; ignoro invece quali siano le opinioni politiche del vecchietto alle mie spalle, ma so che le sue ascelle necessitano di una disinfestazione. Dopo dieci minuti d’attesa, soffoco una […]

LM presenta: La rivincita di Zord

La nave procedeva a scossoni fendendo le grandi onde che si infrangevano sul ponte fragorosamente. Un uomo dalla pelle olivastra sulla trentina dai capelli neri e i capelli ricci tentava tenacemente di leggere quello che sembrava un libro ignorando gli spruzzi dell’acqua marina portati dal vento. Sul bordo ingiallito del libro si leggeva una scritta sbiadita dal tempo: “La Rivincita di Zord”, e l’uomo sembrava letteralmente assorto nella lettura, incurante del viavai dell’equipaggio che, nel frattempo, approntava le manovre adatte a navigare in sicurezza. Pagina dopo pagina…