Archivio dell'autore: stefanowpgolding

Alexis o il trattato della lotta vana [MILANO-SION]

A ridosso della porta d’ingresso dell’Eurocity delle 8:25 per Sion, una ragazza fuma nervosamente. Deve fare in fretta perché dopo qualche secondo la partenza viene annunciata dal fischio del controllore. Mi siedo e tra le molte voci presenti in carrozza sento quella della fumatrice centometrista. Ha il posto di fianco al mio, lo spartiacque è […]

Formas de volver a casa [LONDRA]

La carrozza della District line direzione Aldgate East è piena e non appena le porte si aprono sento una vocina dimessa chiedere scusa. Una, due, tre volte. Si devono aprire le acque perché il flebile suono possa entrare. La prima immagine che vedo è quella di tre ingombranti borse di cotone piene di mille cose. […]

The Readers Club: Le mille balle blu/Cercando Alaska [TORINO]

Sul bus 13 direzione Gran Madre vedo due figure che si distinguono tra i presenti e tra loro. Lui, anziano vestito con completo maron chiaro, camicia bianca botton down, cravatta tinta unita beige e mocassino testa di moro. Lei, adolescente dall’aria ribelle, indossa una T-shirt nera con logo non ben definito, stonewashed jeans neri e […]

Lo strano caso del cane ucciso a mezzanotte [TORINO]

Siedo sul tram 9, direzione Torino Esposizioni. All’ultima fermata di corso Vittorio Emanuele II, prima che il mezzo giri in corso Massimo d’Azeglio, salgono alcune persone tra le quali un nonno 70enne e il nipotino di 8 o 9 anni. Tutti e due trovano subito posto a sedere sulla parte girevole del tram, quella che […]

I love shopping [MILANO]

Penultima settimana di agosto. Milano è quasi deserta ed io ho la sensazione di essere in ritardo, come se i trenta minuti di anticipo sull’inizio della riunione sembrano non contare. Mi accingo a fermare il bus, ma la ragazza seduta sotto la pensilina mi precede. Il pullman si arresta e mi scosto per lasciarle la […]

Assassinio sull’Orient Express [LONDRA]

Una signora dal caschetto grigio entra nello scompartimento con aria sicura. Saluta con un cenno misurato e garbato se riconosce un volto familiare. Non cerca un posto in particolare, cerca quello che più la conforta. Ne sceglie uno e si siede, adagia la borsa sulle esili gambe, estrae gli occhiali dalla custodia, li indossa ed […]

Il piccolo principe [LONDRA]

Nello scompartimento che viaggia verso Chesham fa caldo. Molto caldo. Chi non ha qualcosa di fresco da bere tra le mani, si sventola il viso con qualsiasi cosa possa produrre un vortice. Lui è laggiù in fondo, in piedi, davanti alla porta di interscambio. Davanti al finestrino semiaperto che permette il ricambio d’aria. Borsone in […]

I demoni [TORINO]

È cosi profondamente immersa nella lettura dei Demoni che quasi non si accorge che il treno sta entrando in stazione. Dostoevskij fa questo effetto. Le porte si aprono. Lei trasale, raccoglie le tante cose sparse sul sedile di fronte, le getta nelle due enormi shopping bag e si avvia verso l’uscita. Scende dal treno e […]

La famiglia Winshaw [LONDRA]

Sale sul bus un gruppetto di vivaci post-adolescenti: parolacce con qualche bestemmia, piedi sui sedili e risatine sotto i baffi nei confronti di un vecchietto claudicante. Tutto nella norma. Dopo qualche fermata le porte si aprono e i ragazzi escono. Tutti tranne uno. Resta solo e sembra un po’ spaesato. Il bus riparte, lui attende […]