Categoria Pendolari – Commuters

LM Stories #4

E’ sorprendente come con la fine dell’estate, le giornate londinesi si facciano molto più belle. I nuvoloni bianchi come cotone viaggiano veloci e il blu cobalto del cielo si fa spazio sopra la mia testa.
Aspetto il mio bus alla fermata di High Street Kensington. E’ l’ora di punta e Il traffico è assordante. Intorno a me ho un groppone di persone che molto composte aspetta il mio stesso bus…

Instant love [LONDRA]

Anche se oggi non fa particolarmente freddo, anzi si può dire faccia quasi caldo, la lunga sciarpa di cashmere è sistemata a regola d’arte attorno al suo collo. La T-shirt lilla è coperta da un leggero pullover della stessa tonalità blu della sciarpa, la prorsum bag in pelle giallo barley staziona ai suoi piedi. Ogni […]

Eva Luna [ROMA]

Ora di punta. La banchina del capolinea sta straripando di persone: le scale mobili non fanno che sfornare ondate di passeggeri che vanno a riversarsi lungo uno spazio che ben presto non sarà più in grado di accogliere nessuno, mentre il binario è ancora vuoto. Quando il convoglio arriva, scatta la corsa al posto a […]

Le parole non le portano le cicogne [TREVISO]

Grandi boccoli biondi accompagnavano il suo sorriso. La spensieratezza traboccava in ogni suo gesto. La si poteva notare nella cortesia di spostare i propri indumenti dal posto vuoto per lasciar accomodare una ragazza orientale. Nella precisione nel fornire indicazioni alla stessa ragazza. Nel farsi posto in un treno troppo affollato. E la mia simpatia era […]

Anna Karenina [Faenza]

La mattina è appena iniziata, ma si vede già che oggi la luce la farà da padrona e non saremo di nuovo sotto una cappa di nubi; sul treno anche le solite persone appaiono sotto una luce diversa e sembrano più rilassate e meno contrite del solito; una di queste per la prima volta la trovo […]

LM stories #2

Cuffie nelle orecchie e musica spenta all’occorrenza. Così, tanto per dissimulare il mio interesse per qualcosa. Questo è il mio metodo, non soggetto a copyright quindi fruibile da chiunque a titolo gratuito. Gli studenti che animano i mezzi pubblici di Torino, d’Italia e del Mondo intero sono sempre bistrattati. A me fanno divertire. Mi affascina […]

Advaita: anatomia del divino [Faenza]

In stazione capita di incontrare qualcuno che si conosce…magari direttamente al binario di fronte. Una ragazza al binario 4 infatti ha appena avvistato al binario 3 una amica, in partenza per Firenze che le racconta di stare partendo per Napoli, con scalo intermedio Roma; al sentire queste parole molti dei pendolari, alcuni ancora freschi di […]

Formas de volver a casa [LONDRA]

La carrozza della District line direzione Aldgate East è piena e non appena le porte si aprono sento una vocina dimessa chiedere scusa. Una, due, tre volte. Si devono aprire le acque perché il flebile suono possa entrare. La prima immagine che vedo è quella di tre ingombranti borse di cotone piene di mille cose. […]

La ragazza di Bube [Milano]

Milano, metro rossa.
Sono quasi le 8 di sera e alla fermata Cadorna sale una ragazza alta un chilometro, magrissima, avvolta da molto charm e una scia di profumo. La carrozza ha gli occhi tutti puntati su di lei; lei dai capelli scurissimi e gli occhi color dell’acqua…

Le braci [Venezia-Portogruaro Caorle]

Ritrovare lo stesso autore a distanza di poche settimane fa un certo effetto. Di Sándor Márai, stavolta, sono Le Braci a viaggiare sul Regionale Venezia-Trieste. Lei, una bella donna sulla quarantina, siede sul bordo del sedile. Le pagine che mancano alla fine sono poche. Due grosse scarpe da corsa ai piedi stonano con la camicia morbida e il pantalone che, seppur sportivo, non si spinge a tanto. Credo, …

Dracula [Londra]

Sul treno diretto all’aeroporto di Gatwick, tra milioni di persone incastrate tra loro, valigie tra I corridoi e sui sedili, riesco a trovare un posticino comodo per passare il viaggio. La pioggia batte forte sui finestrini della carrozza e il cielo fuori è plumbeo e sinistro.

La leggenda del santo bevitore [Forlì]

Incontri così ti possono cambiare la vita: di una bellezza acqua e sapone, lei e i suoi grandi occhi seguono le righe de La leggenda del santo bevitore di Joseph Roth con attenzione e molto interesse.
Con una ciocca di capelli che ogni tanto sale sopra la montatura degli occhiali tondi e che sposta con delicatezza come fosse l’ennesima pagina da girare, legge come se facesse parte di un piccolo ecosistema in cui è presente solo lei e dove le leggi fisiche perdono d’importanza, mentre tutto lì attorno sembra sospeso …

I love shopping [MILANO]

Penultima settimana di agosto. Milano è quasi deserta ed io ho la sensazione di essere in ritardo, come se i trenta minuti di anticipo sull’inizio della riunione sembrano non contare. Mi accingo a fermare il bus, ma la ragazza seduta sotto la pensilina mi precede. Il pullman si arresta e mi scosto per lasciarle la […]

Assassinio sull’Orient Express [LONDRA]

Una signora dal caschetto grigio entra nello scompartimento con aria sicura. Saluta con un cenno misurato e garbato se riconosce un volto familiare. Non cerca un posto in particolare, cerca quello che più la conforta. Ne sceglie uno e si siede, adagia la borsa sulle esili gambe, estrae gli occhiali dalla custodia, li indossa ed […]