Categoria Studenti – Students

The Readers Club: I fiumi della guerra/Ogni cosa è illuminata [Faenza]

Mi sono sempre piaciute le contraddizioni: tutte quelle cose completamente diverse che convivono. Il treno non poteva naturalmente esimersi dall’ospitarne alcune, proprio come quando due studentesse, entrate nel vagone da porte diverse, sono finite sedute vicine. La prima ragazza: mora, faccia dai tratti spigolosi, occhiali da vista Max Mara, seduta davanti a due amici; la seconda ragazza: […]

The rise and fall of the great powers [Forlì]

Non è nulla di particolare, di non ancora visto o visto saltuariamente: lo studente sale sul treno pieno dell’ora di pranzo del venerdì e, senza nemmeno degnare di uno sguardo i posti a sedere, si va a posizionare dal lato opposto alla salita, appoggiato alle porte. Non è nemmeno qualcosa di strano vedergli tirare fuori […]

Quando vieni a prendermi? [TORINO]

È una minuta e agilissima ragazza quella che irrompe sul tram 15 in questa fredda mattina preponte. Io seduto, con mia fortuna, al mio posto preferito. Le persone sono già salite tutte e l’autista si appresta ad azionare la chiusura delle porte. Queste sono quasi del tutto serrate quando la gazzella zompa all’interno del mezzo […]

Spiriti [ROMA]

Dire che il ragazzo sale sul treno della linea Roma-Lido con foga sarebbe essere gentili. La verità è che quasi mi travolge, a causa anche della mia posizione vicino alle porte di ingresso e del suo equipaggiamento, piuttosto ingombrante. Ha uno zaino bombato sulle spalle, una cartellina bianca di plastica, di quelle che si usano […]

Ciò Che Inferno Non è [ROMA]

Un prelievo del sangue mi costringe ad una levataccia, così eccomi, assonnata e digiuna, sull’80 Express che di primo mattino attraversa Roma, direzione piazza Venezia. Fermata dopo fermata l’autobus si riempie come un uovo di studenti insonnoliti imbacuccati nei loro giubbotti: il loro mondo concentrato nello zaino che svogliatamente pende da una spalla. Più o […]

A sud del confine, a ovest del sole [TORINO]

Sul treno per Milano, una ragazza sui vent’anni con cardigan nero sopra un vestitino anni ’70 dal motivo bianco e nero, collant rosso scuro e anfibi da cui spuntano pesanti calzettoni di lana nera. Passerebbe quasi inosservata, se sui lunghi capelli biondi non portasse un buffo cappello da uomo a tesa stretta […]

Un giorno sarai un posto bellissimo [TORINO]

Le gocce non avevano ancora cominciato a bagnare la città quando è uscito di casa. Sale sul bus completamente fradicio. La gente lo evita come un appestato e lui ci rimane un po’ male. Io e la ragazza al mio fianco gli cediamo parte dei 20cmq conquistati, lui ci ringrazia e prima di sistemarsi, si […]

Harry Potter e il prigioniero di Azkaban [TREVISO]

Un tic nel lato destro del corpo. Ma il ragazzo continuava a leggere come niente fosse. Un altro tic. E non un accenno a smettere. Quella stranezza che il mio cervello rilevava, in realtà era stata resa completamente superflua dal cervello del lettore, che assorto nel mondo della lettura si ritrovava a gestire parole, e […]

Instant love [LONDRA]

Anche se oggi non fa particolarmente freddo, anzi si può dire faccia quasi caldo, la lunga sciarpa di cashmere è sistemata a regola d’arte attorno al suo collo. La T-shirt lilla è coperta da un leggero pullover della stessa tonalità blu della sciarpa, la prorsum bag in pelle giallo barley staziona ai suoi piedi. Ogni […]

I bottoni di Napoleone [TORINO]

Sono immersa nella lettura quando mi chiede se il posto accanto a me è libero, tanto che non capisco subito che si sta rivolgendo a me. Alzo lo sguardo: è un ragazzo sui 22-23 anni, è salito alla fermata del Politecnico, e ha il classico look da studente […]

Le parole non le portano le cicogne [TREVISO]

Grandi boccoli biondi accompagnavano il suo sorriso. La spensieratezza traboccava in ogni suo gesto. La si poteva notare nella cortesia di spostare i propri indumenti dal posto vuoto per lasciar accomodare una ragazza orientale. Nella precisione nel fornire indicazioni alla stessa ragazza. Nel farsi posto in un treno troppo affollato. E la mia simpatia era […]

LM stories #2

Cuffie nelle orecchie e musica spenta all’occorrenza. Così, tanto per dissimulare il mio interesse per qualcosa. Questo è il mio metodo, non soggetto a copyright quindi fruibile da chiunque a titolo gratuito. Gli studenti che animano i mezzi pubblici di Torino, d’Italia e del Mondo intero sono sempre bistrattati. A me fanno divertire. Mi affascina […]

I fiori del male [TREVISO]

Il ciuffo biondo stonava con il resto dell’abbigliamento. Rigorosamente scuro. Al massimo una scelta tra lucido ed opaco. Ma non una tinta che potesse uscire dalla gamma di colori limitrofi al nero. L’unica nota di colore era data dal ciuffo, spostato a sessioni ripetute come un perseverante ostacolo a cucù. E uno sguardo fisso, impegnato […]

The Readers Club: Un covo di vipere/Ma chi te lo fa fare [Faenza]

Questa volta il poco sole che entra dal finestrino illumina non uno, ma ben due lettori: uomini entrambi, uno sulla quarantina, senza capelli, con pizzetto bianco sottilissimo e uno sulla ventina, capelli corti a spazzola chiari e sorriso timido, che sembra quasi nascondersi dietro un paio di occhiali dalla montatura sottile; sono un figlio studente che […]