Categoria Studenti – Students

La luna e i falò [Torino]

coverHa sui 16-17 anni, è stravaccato su un sedile del pullman con lo zaino tra le gambe e la testa appoggiata al finestrino, e con una mano si regge stancamente davanti agli occhi un libro arrotolato su se stesso. La maglietta bianca e i pantaloncini parlano ancora d’estate, e infatti il libro si rivela evidentemente…

La leggenda del santo bevitore [Forlì]

Incontri così ti possono cambiare la vita: di una bellezza acqua e sapone, lei e i suoi grandi occhi seguono le righe de La leggenda del santo bevitore di Joseph Roth con attenzione e molto interesse.
Con una ciocca di capelli che ogni tanto sale sopra la montatura degli occhiali tondi e che sposta con delicatezza come fosse l’ennesima pagina da girare, legge come se facesse parte di un piccolo ecosistema in cui è presente solo lei e dove le leggi fisiche perdono d’importanza, mentre tutto lì attorno sembra sospeso …

The brotherhood of Freemason Sisters [Forlì]

Una giovane ragazza sta parlando un po’ in inglese, un po’ in italiano con altre due ragazze (italiane) che le domandano della sua vita in Inghilterra, ascoltandola deliziate, probabilmente per il perfetto accento che noi italiani, a parte grossi sforzi e molto studio ci possiamo solo sognare. L’inglesina si scopre essere, oltre che una studentessa di […]

La famiglia Winshaw [LONDRA]

Sale sul bus un gruppetto di vivaci post-adolescenti: parolacce con qualche bestemmia, piedi sui sedili e risatine sotto i baffi nei confronti di un vecchietto claudicante. Tutto nella norma. Dopo qualche fermata le porte si aprono e i ragazzi escono. Tutti tranne uno. Resta solo e sembra un po’ spaesato. Il bus riparte, lui attende […]

Alchimista – [Treviso]

Profuma di Messico e non di messicano. La pelle ha una tinta tendente all’olivastro e lunghi capelli ricci ondeggiano come un’altalena sopra le pagine del libri di Coelho. Il libro è un fedele compagno, ma non è l’unico, e in quanto tale gli viene dedicata solo una parte del tempo del viaggio. Legge, ride, chiacchiera […]

Bookselfie: Riccardo Tommasini [Milano]

La città è quella della nebbia, la stagione non è la sua visto il caldo. Nella metro rossa solo pochi reduci a quest’ora di sabato: semideserta e troppo fredda, l’ultima carrozza ospita un solo lettore. Un ragazzo, diretto verso un esame in un giorno improbabile. Non si siede mai, nemmeno se c’è posto, ma il libro […]

Memorie di Adriano [Faenza]

Uno degli effetti collaterali del pendolarismo è associare il volto di una persona conosciuta ad un altro pendolare visto tutte le mattine; il problema è che spesso successivamente ci si pone la domanda “Ma chi mi ricorda?”. La sosia è una lettrice che incontro molte mattine sul binario, in attesa del mio stesso treno: tra […]

Bookselfie: Francesco Foresta [Faenza]

Sale sul regionale per Rimini un po’ affannato e si abbandona al primo sedile libero che trova, dopo aver travolto signori sudati, signore agghindate come alberi di Natale e ragazzini pronti per andare in spiaggia. Dallo zaino sovraccarico tira fuori un paio di occhiali da lettura blu e un libro dal bordo azzurro: è Norwegian Wood […]

Social Intelligence [Bari]

Arrivo in stazione troppo tardi per il treno appena passato e troppo in anticipo per quello successivo. Mi siedo sulla panchina affianco ad una ragazza intenta a parlare al telefono, jeans e maglietta nera, sneakers dai lacci viola, capelli ricci e neri in un moderno taglio corto asimmetrico. La telefonata ha evidentemente interrotto la lettura di Social Intelligence di Daniel Goleman, rimasto aperto con …

Raccontami la notte in cui sono nato [Roma]

Come la chiacchiera durante i concerti, con la stessa tenacia e ostinazione, un esemplare di Essere Umano dotato di pachidermico telefono cellulare e decibel vocali senza paragoni sta disturbando Lettore Giovane, metro A, ore 7.30, San Giovanni. Lettore Giovane stacca ripetutamente lo sguardo dal libro, come quando non si vuol perdere di vista il susseguirsi delle fermate. Stavolta la procedura ritmica di “sollevamento testa” è raddoppiata, perchè…

Le luci nelle case degli altri [Forlì]

Una ragazza dagli occhi attenti e curiosi passa metà viaggio a spostarsi i ricci biondi che le oscurano la vista della fauna del treno del lunedì mattina; quando poi se ne stanca, tira fuori Le luci nelle case degli altri di Chiara Gamberale, lo piega a metà e inizia a leggere, grattandosi il collo ogni tanto con il segnalibro a forma di piuma che non sapeva dove appoggiare.

Lo strano caso del cane ucciso a mezzanotte [Alessandria]

Un ragazzo giovane, con i jeans chiari e una felpa grigia col cappuccio aperta su una maglietta gialla, da quando sale sul treno ad Alessandria non stacca mai gli occhi dal libro che sta leggendo, Lo strano caso del cane ucciso a mezzanotte, di Mark Haddon. Tiene il segno della riga a cui è arrivato […]

War Horse [Londra]

Venerdì, 4.30 pm. Un’orda di ragazzine uscite da scuola, divisa da scolarette e cappellino di paglia in testa, riempie il bus diretto a Notting Hill con urla, risate e chiacchiere. Alcune di loro, ascoltano la musica, altre parlano tra di loro, altre due invece leggono e per giunta lo stesso libro. Il romanzo è War […]

Diario di un sopravvissuto agli zombie [Faenza]

Una giovane punk sta rovistando nella borsa militare in tinta con le calze: dopo averci trovato un anello argento che si infila al pollice con un fare sorpreso, pesca un libro tutto rovinato, Diario di un sopravvissuto agli zombie, il diario di scuola Smemoranda e uno specchietto in cui controlla l’ordine dei capelli corti a spazzola. Noto […]