Category metro – tube

I segreti del linguaggio del corpo [ROMA]

Decido di sedermi accanto a lei per vari motivi: due posti liberi, la linea di sedili più lunga… Ma sopratutto perché sta leggendo con una certa concentrazione e mi incuriosiscono, gia da lontano, le immagini in bianco e nero visibili sulla pagina. Quando mi avvicino, lo sguardo aguzzato rileva titoletti tipo: l’atteggiamento in generale o […]

La prosivendola [ROMA]

Legge e sorride tra sé. Si auto compiace della sua lettura. Forse Pennac fa questo effetto. Sta leggendo il suo La Prosivendola, mentre viaggia verso il capolinea della metro Jonio. E nonostante la metro sia ormai piena di posti a sedere, la donna rimane in piedi, rapita dalla lettura ed in una posizione in cui […]

Perfidia [ROMA]

Primo e ultimo amore. O solamente la chiusura del cerchio. Ho iniziato con Ellroy, quasi tre anni fa, col cuore in gola (per l’inizio, e non solo). Chiudo con lui, per adesso. Sguardo arcigno, o solamente austero. Pur con il libro in mano, la linea tratteggiata e immaginaria va dalla punta del naso alla punta delle scarpe, […]

Solo sigari quando è festa [ROMA]

Seduta già alla fermata di Jonio, una ragazza con i capelli rossi ed un dress code dalle decise tinte marroni legge con manifesto interesse Solo sigari quando è festa di Alessio Romano. Con un mano tiene aperto il volume, con l’altra si aggiusta di tanto in tanto il cappello di colore beige, abbinato perfettamente al […]

Viaggio al centro della terra [Roma]

Seduta in un sedile al termine di una fila, una donna, sicuramente più giovane di come appare, legge Viaggio al centro della terra di Jules Verne. Tiene una mano appoggiata al collo per procurarsi forse una sensazione di calore sulla pelle nuda e scoperta. O semplicemente per scaricare sull’arto il peso della testa. Porta gli occhiali […]

Anime di vetro [Roma]

Ci sono giornate in cui la metropolitana B direzione Laurentina alla stazione di Tiburtina è inavvicinabile. Ci sono invece giornate in cui arriva stranamente mezza vuota, cosa che si traduce in un assalto al vagone da parte della folla di pendolari in attesa alla banchina. Una signora, lettrice indisturbata fino a quel momento di  Anime di […]

Nessuno si salva da solo [ROMA] 

 L’atmosfera sulla metro B verso Rebibbia è piacevole questa mattina. Un musicista allieta il viaggio con il suo jazz, il sole penetra tra i finestrini e i passeggeri siedono composti, intenti a smanettare con il loro cellulare o a leggere un romanzo, come la signora che noto di fronte a me. Avrà una quarantina d’anni, […]

La ragazza del treno [Milano]

E’ il 23 mattina, ed è quasi Natale, e sulla metropolitana rossa i vagoni sono magicamente mezzi vuoti…

L’amica geniale [ROMA] 

È fisiologico avere le idee confuse di prima mattina. In particolare se, come ogni mattina, si è passeggeri della metro B1 sin dal capolinea di Jonio fino ad una fermata ignota. La lettrice che mi si siede di fronte deve trovarsi evidentemente preda di questi scombussolamenti. Estrae infatti il romanzo di Elena Ferrante, L’amica geniale, […]

Le paure segrete dei bambini [ROMA]

Ore 8:05. Al capolinea della metro B1, se si è fortunati, è possibile trovare un posticino libero, oasi di tranquillità in mezzo alla calca caotica del vagone. La lettrice di oggi è evidentemente tanto fortunata quanto me, avendo trovato il suo spazio di comodità in mezzo ad un paio di pendolari un po’ assonnati, come […]

Il segreto del tredicesimo apostolo [ROMA]

 Non ho mai preso la metro B1 a Jonio senza sedermi. Stamattina deve esserci il pienone. E tra i passegeri seduti, molti sono lettori. Focalizzo la mia attenzione su un signore in giacca e cravatta, piuttosto corpulento. Tiene sulle gambe una ventiquattrore che gli fa praticamente da leggio per il romanzo nel quale è immerso. […]

Mai uccidere per amore [ROMA]

La ragazza che sale sulla metro B alla fermata Marconi viaggia fino a Termini stretta da due ingombranti passeggeri. Questi, non tanto per la stazza quanto per la sbracata posizione, la costringono a ristringere notevolmente tutti gli arti. Con le spalle incurvate, i gomiti addossati al petto e le ginocchia che si guardano l’un l’altra, […]

A storm of swords [ROMA]

Questo è un ricordo datato, all’imperfetto più che al passato remoto, sobbalzato in memoria senza preavviso. E’ un po’ come la madeleine di quel Signore francese, anche se l’organo di senso coinvolto è l’udito. Accade dopo aver visto ballare tip tap, qualche giorno fa. La connessione ha viaggiato alla velocità della luce, fino al protagonista, […]

LM Amarcord: L’idiota [ROMA, luglio 2011]

Libro: L’idiota, di Dostoevskij. Uomo sui 40 anni. Aveva capelli insolitamente bianchi per la sua età. Indossava una polo arancio pallido e scarponcini da trekking. L’ho incontrato stamattina in metro, si è messo a leggere in piedi accanto a me. Ore dopo nella mattinata l’ho rivisto sul 30 express. Io tornavo da un appuntamento, lui […]