Categoria treno – train

Le affinità elettive [ROMA] 

Sulla linea Roma-Viterbo, in direzione piazzale Flaminio, è una delle poche volte che trovo posto a sedere. Di fronte a me, una donna è occupata nella lettura di Le affinità elettive di Goethe, libro di cui è appena alle prime pagine. Si porta frequentemente la mano sul viso, attorno alla bocca, mentre l’altra tiene il […]

Il nome della rosa [ROMA]

Sono doppiamente fortunata stamattina: trovo posto a sedere e lo trovo vicino ad un lettore. È un ragazzo, capelli castani e ben vestito. Porta gli occhiali e tiene a terra, incastrato tra le gambe, uno zaino blu. Quando il mio sguardo incrocia il titolo del romanzo che sta leggendo, Il nome della rosa di Umberto […]

Espiazione [ROMA]

Saliamo entrambe sullo stesso vagone del treno verso Fiumicino, ci inerpichiamo sulla scala che conduce al piano superiore e scegliamo lo stesso gruppo di sedili per accomodarci. Una di fronte all’altra. Inizialmente la giovane parla al telefono per diversi minuti. Lo fa a bassa voce e tra l’altro con un accento che non mi sembra […]

LM ospita: Marina Moretti – La Metamorfosi [PISA-FIRENZE]

Treno. Destinazione Firenze. Due sedili più avanti, sul lato destro, siede una ragazza dai capelli corvini lisci come seta. Indossa una camicia bianca che spicca sulla pelle olivastra e un paio di jeans strappati sulle ginocchia. Porta gli occhiali, troppo grandi per il suo viso, e uno zaino nero pieno di spille. Forse è una […]

LM presenta: Ti amo anima mia

Quella mattina, come di consueto, sul treno c’era molta gente ma nella cabina dai vetri in ombra, la minuta ragazza dai lunghi capelli e dall’aria un po’ persa se ne stava da sola, con la testa appoggiata al finestrino e un libro tra le mani, Ti amo anima mia, che sembrava racchiudere i suoi stessi […]

Joyland [VERCELLI]

Sono le due di pomeriggio e sul treno per Pavia fermo al binario tronco della stazione di Vercelli c’è una ragazzina che sembra appena uscita da scuola. Sul sedile accanto a lei è posata una grossa borsa a tracolla stracolma, e lei è tranquillamente immersa nel sole di maggio e nella lettura di un libro […]

Il mondo a piedi [MILANO CENTRALE-VIENNA]

Immaginate tre amiche del cuore in uno scompartimento. Il treno è il notturno da Milano Centrale a Vienna Hauptbahnhof; le ore di viaggio, circa 11. C’è anche un compleanno. Una delle tre vive a Vienna da qualche mese: è al secondo semestre di Comunicazione Interculturale; si trova bene, le piace molto lo studentato e ha […]

LM ospita: Marina Moretti – Anna Karenina [BARI]

Sul treno, direzione Bari. Seduta di fronte una signora sulla cinquantina vestita di nero mi guarda, accennando un sorriso. Ha gli occhiali grandi, delle unghia smaltate di rosso e una collana di corallo. Appena il treno comincia a muoversi tira fuori dalla sua grande borsa Anna Karenina, di Lev Tolstoj. È un caso che il […]

Generazione proteus [ROMA]

Sul treno regionale che da Fara Sabina/Orte si dirige verso Fiumicino Aeroporto è molto comune trovare passeggeri con grosso bagagli al seguito. Nello specifico, il lettore che mi siede di fronte, nello scomparto che ha i sedili solo lungo due lati, deve essere anche in procinto di partire perché porta con sé un trolley blu […]

La somma dei giorni [PAVIA]

Salgo sul regionale per Vercelli che ferma in tutte le stazioncine più sperdute e lei è già lì, con il libro aperto tenuto ben alto fra le mani: è uno dei rari casi in cui vedo prima il titolo e poi la lettrice. Si tratta di La somma dei giorni, di Isabel Allende, e lei è una signora sui cinquant’anni, molto ben tenuta, con svariati bracciali e anelli. Porta un paio di occhiali da sole tirati su in mezzo ai capelli neri tagliati corti, ma il golfino rosso che indossa […]

Il valzer degli addii [Faenza]

Il mio viaggio si conclude così: nella stazione di partenza. È mattina e aspetto un treno che solitamente non prendo, quello dell’ora successiva; l’aria di metà marzo è ancora fresca ma inizia a trasparire quel filo di calore che porta alle mille novità della primavera che sta lentamente ma efficacemente sconfiggendo il Generale Inverno. Mi sembra […]

Il regno dei lupi [ROMA]

Gambe divaricate, schiena china, una busta gettata a terra tra un piede e l’altro ed un libro di cui abilmente nasconde la copertina. Il giovane legge in una posizione che non si direbbe proprio comoda e che comunque non si addirebbe ad un lettore donna. Siede su un vagone del treno verso Fiumicino e presenta […]

La donna di troppo [Santhià]

Una donna minuta e magrissima sale sul treno con due amiche, decisamente più appariscenti e loquaci. Trovano tre posti vicini e si accomodano, scambiano poche parole prima che la lettrice tiri fuori un libro dalla borsa. Le altre due vanno avanti a chiacchierare, lei si immerge nella lettura. Ha come segnalibro un tagliando della biblioteca, al collo una sciarpa rosa chiaro, per leggere si è tolta gli occhiali che ha pinzato alla scollatura della camicetta […]

Morte in mare aperto [MILANO – TORINO]

Il Regionale Veloce delle 18.18 sta per lasciare Milano in non perfetto orario, zeppo di pendolari che rientrano a fine giornata. Ognuno ha l’aria di volersene stare un po’, finalmente, assieme a se stesso; soli, si fa per dire, con i propri pensieri. Dopo una lunga passeggiata, vinco a sorpresa un posto a sedere (con vista) e inizio a leggere il mio libro con la serenità della vittoria. Un ragazzino arriva dopo pochi minuti con un sorriso …