Archivi tag: Autobus

UNA MUTEVOLE VERITA’ [ROMA]

E’ iniziato il conto alla rovescia verso l’inizio delle vacanze! La città inizia a svuotarsi, i ritmi quotidiani sono rallentati ed anche i mezzi  pubblici sembrano essersi adeguati, transitando meno frequentemente . Per questo le soste nella frescura sotterranea della metropolitana o, come nel mio caso, sotto una pensilina incandescente alla fermata dell’autobus, sono un’ottima […]

SCUOLA DI FANTASIA [ROMA]

Riemergiamo quasi contemporaneamente dagli innumerevoli strati sotterranei di scale mobili della metro B1 e ci ritroviamo vicini anche sulla banchina, in attesa dell’autobus. A prima vista la sua figura mi ricorda quella di un funzionario qualunque: mocassini, pantaloni blu, camicia azzurra e un borsello a tracolla. Cinquant’anni circa, stempiato, legge attento da dietro un paio […]

Splendore [Roma]

Nonostante la sua altezza superi abbondantemente il metro e settantacinque, indossa un tacco 12 da fare invidia a una modella. Ha una gonna colorata, una sahariana beige, capelli mossi con colpi di sole ben curati, non supera la quarantina. Le sue mani sono entrambe occupate, una da un’enorme borsa, l’altra da una valigetta da lavoro. […]

Diario di una Schiappa. Ora basta! [Roma]

Lo vedo e ne rimango affascinata: sale sull’autobus insieme alla sua mamma con il libro già aperto tra le mani. Maglietta bianca, pantaloni blu, scarpe da ginnastica, capelli cortissimi e un paio di occhiali tondi e neri: il lettore di oggi ha circa 7-8 anni. Si affretta ad individuare un posto libero in cui mettersi […]

Il nero e l’argento [Roma]

La intravedo alla fermata di Largo Chigi: fa su e giù sul marciapiede, lungo la pensilina, controllando di volta in volta la palina elettronica che segnala l’arrivo degli autobus, in attesa del proprio. Indossa un paio di pantaloni di lino chiari ed una camicia bianca sotto un giubbotto leggero. Gli occhiali da sole, invece che […]

Film parlato [Roma]

Se ci facessero una fotografia da una mongolfiera, in questo momento, saremmo degni del nome del Viale che stiamo animando: Viale delle Milizie, appunto. Un Martedì. Corriamo tutti, chi verso l’Ottantasette, chi incontro all’autista dell’Ottantasette; chi in direzione un po’ troppo ostinata e contraria a un Diciannove che, impietoso, si lascia corteggiare a vuoto dalla […]

Mare al mattino [Roma]

Ha i capelli canuti e un taglio cortissimo e sbarazzino che mette in risalto i begli orecchini pendenti. Nonostante l’età avanzata è ancora molto bella e curata, nel trucco e nell’abbigliamento, e siede composta sull’autobus tenendo ben in vista il suo libriccino: Mare al mattino di Margaret Mazzantini. La accompagna un’amica – o forse una […]

Piccola osteria senza parole [Milano]

E’ una tersa, fredda mattina di febbraio. Una donna non più giovane abbandona la posizione rigida a braccia conserte e sale sull’autobus numero 94 quasi con sollievo. Trova un posto libero proprio dietro al conducente, sfila i guanti, si soffia il naso, strofina una mano contro l’altra. Estrae dalla borsa nera un volumetto azzurro e […]

L’uomo che sussurra ai potenti [Roma]

Scesa dalla metropolitana mi avvio verso la fermata dell’autobus che, proprio in quel momento, sta arrivando. Mi affretto, do e ricevo qualche spinta nel farmi largo tra la piccola folla ferma ad aspettare, fortunatamente l’autobus non è pieno e riesco a sedermi. Il mio dirimpettaio è un signore distinto, brizzolato, di mezza età, cappotto e […]

Croce del Sud [Torino]

Salgo sul pullman strapieno e mi sistemo a metà; pochi attimi ed una ragazza di circa trent’anni si fa spazio tra gli zaini degli studenti che intasano le entrate. In mano ha un libro dalle dimensioni ridotte e con la copertina arancione. Non appena riesce a vincere la sua personale battglia contro le cartelle e […]

Divertimento [Torino]

Sono le sette e mezza di mattina a Torino, e l’autobus che porta dalla periferia al centro è pieno di ragazzi con lo zaino, incerti se schiamazzare o dormire ancora un po’. Nell’attesa di passare davanti alle scuole dove scenderà buona parte della folla che occupa tutti i posti disponibili, mi sistemo accanto a una […]

Lessico famigliare [Vienna]

La ragazza estrae dallo zainetto un libro. Uno scontrino sbiadito sbuca a metà tra le pagine, quasi fosse un segnalibro. Lei apre decisa la prima pagina, e inizia a leggere, in italiano: “Nella mia casa paterna, quand’ero ragazzina, a tavola, se io o i miei fratelli rovesciavamo il bicchiere sulla tovaglia, o lasciavamo cadere un coltello, […]

La leggenda degli albi [Vienna]

In perfetto equilibrio davanti alla porta dell’autobus, un ragazzo aspetta la sua fermata con la musica alle orecchie. Scarpe sportive ai piedi, jeans comodo e t-shirt. I 20 gradi dell’autunno viennese regalano un sorriso in più a tutti, e una sfilza di braccialetti colorati ai polsi gli ricorda i festival di musica estivi. Con la […]

Rosso come una sposa [Vienna]

Autobus strapieno, si procede a passo d’uomo. Sono tutti di fretta e particolarmente nervosi stamattina. Una ragazza sulla ventina, scarpa sportiva, capello corto e disordinato, sta in piedi con la schiena appoggiata all’obliteratrice. In una mano tiene il cellulare, nell’altra l’edizione in tedesco di Rosso come una sposa della scrittrice libanese Anilda Ibrahimi. É distratta, alza […]