Archivi tag: classici

Orgoglio e pregiudizio [Bari]

Il malumore che mi ha pervaso entrando nel treno per scoprire che l’aria condizionata non era funzionante, si è dissolto in un lampo non appena ho preso posto (in piedi) davanti alla lettrice di oggi. Il ritratto della donna romantica, seduta composta sul sedile, baciata dai raggi del sole mattutini, boccoli biondi le coprono il viso, una mano leggera, da pianista…

Memorie di Adriano [Faenza]

Uno degli effetti collaterali del pendolarismo è associare il volto di una persona conosciuta ad un altro pendolare visto tutte le mattine; il problema è che spesso successivamente ci si pone la domanda “Ma chi mi ricorda?”. La sosia è una lettrice che incontro molte mattine sul binario, in attesa del mio stesso treno: tra […]

ENG: Siddharta [Faenza, IT]

A girl is crouching and leaning against the 3rd platform’s column, far away from all the students and employees who are waiting the train to Bologna; she wears a blue skirt, a leather jacket and black boots. A hot wind blows, trailing with it some sand, a red impalpable sand that comes from the Sahara…

Siddharta [Bari]

Jeans e maglietta azzurri, un ragazzo di circa 20 anni, moro con la barba e le lentiggini, regge davanti alla faccia con una mano, mentre con l’altra si tiene il gomito, Siddharta di Herman Hesse. E’ seduto tra due sedili vuoti occupati alla destra dal suo giubbino rosso e alla sinistra dal suo cellulare. A metà tragitto si piega in avanti poggiando i gomiti sulle ginocchia. Legge senza distrarsi tenendo le labbra serrate. Il treno si ferma al capolinea, tutti si apprestano ad uscire, lui…

Il giovane Holden [Imola]

Un ragazzino in completo militare sgualcito legge con bocca semiaperta Il giovane Holden sul treno che va a Bologna; guarda molto spesso fuori, impaziente di arrivare, mentre la lettura procede lentamente.

Il ritratto di Dorian Gray [Faenza]

Pantaloni neri strettissimi, scarpe di tela rosse, piercing al naso, capelli neri con meches rosse. I dettagli sembrano quasi inutili in questa ragazzina che sembra la copia di molte altre della sua età; ciò che però la distingue e che alla fine rimane di lei è il libro che sta leggendo, Il ritratto di Dorian Gray di Oscar Wilde […]

Siddharta [Faenza]

Se ne sta accovacciata tenendo la schiena dritta sulla colonna del binario 3, lontana dalla massa di studenti e lavoratori che aspettano il treno per Bologna, in gonna blu, giacca di pelle e scarponcini neri. Tira un vento forte, vento caldo, vento di Sahara che porta con sè sabbiolina rossa quasi impalpabile, ma lei se […]

Notre-Dame de Paris [Roma]

Stamani sulla metro apro lo zaino e…niente di niente, nemmeno una misera brochure da poter sfogliare: ho avuto così tanti pensieri per la testa che non mi sono ricordata di sostituire la lettura che avevo terminato, con una nuova. Così, orfana di libri, penso positivo e mi dico che posso dedicarmi con maggiore attenzione alla […]

Gente di Dublino [Faenza]

Alle sette del lunedì mattina, l’atrio della stazione è una scena particolare: la maggior parte delle persone versa in uno stato catatonico e il rumore è ridotto allo sferragliare dei treni e alla voce meccanica di Trenitalia; se poi la stazione è illuminata dai primi raggi di sole della giornata gli effetti si vedono ancora […]

La guerra nel Peloponneso [Faenza]

Una delle poche certezze che mi rimangono dopo anni di pendolarismo è che ogni mattina, così come ogni sera, il treno su cui salirò ha almeno la mia età, se non di più. Il lettore di questo monotono lunedì sembra davvero coordinato all’età del treno: pochi capelli tutti tendenti al grigio, sulla quarantina, vestito da […]

Via col vento [Cesena]

Come ci sono generazioni e generazioni, così in una generazione ci sono alcuni tipi di persone ed altri; oggi infatti sul treno verso Rimini, una giovane donna sta scrutando con occhi socchiusi e faccia schifata le pagine di Via col vento di Margaret Mitchell, dimostrando con ogni gesto, tra cui quello di girare le pagine con […]

I tre moschettieri [Forlì]

Sul treno capita di sentire parlare dei problemi del mondo, del riscaldamento globale, ma di sicuro non in questa carrozza, estremamente fredda e con un unico post-it indicante “Risc. non funz.” scritto a penna su una porta. Dei pochi esseri umani che si sono avventurati pur di non viaggiare stipati altrove c’è una ragazza, totalmente […]

Simposio [Tortona]

Occhiali da sole anche se è ormai autunno inoltrato, maglioncino viola e sciarpa grigia, capelli tinti di rossiccio e cuffie nelle orecchie, legge il Simposio di Platone. Sembra malinconica, si interrompe spesso per guardare fuori dal finestrino: che sia una lettura obbligata? Tenta spesso di concentrarsi sulle pagine che ha davanti, ma prima o poi […]

Nietzsche [Faenza]

Una ragazzina di quattordici anni con dei folti capelli ricci è appena scesa dal treno e prende la strada dell’ingresso della stazione, per poi cercare una sedia, dove appoggiarsi. Con molta calma si guarda intorno, in particolare la fermata dell’autobus dietro le vetrate e poi scorta l’ora da un orologio dai colori vivaci, apre lo […]