Archivi tag: libri stranieri

Libertà [Venezia Mestre-Trieste]

Ha poco più di trent’anni. I capelli lunghi e biondi le incorniciano il viso. Sul sedile a fianco appoggia un borsone sportivo e una scatola di cartone colorata. Apre il cappotto di lana cotta e si abbandona al sedile. Assorbita dalla lettura, inizia a mordicchiarsi l’indice della mano destra; arrivata a fondo pagina, passa a […]

Mille farfalle nel sole [Torino-Venezia Mestre]

Viaggio su uno di quei posti a quattro con il tavolino centrale. Alla mia destra, un ragazzo ghanése butta l’occhio sulla mia lettura, e inizia a raccontarmi di quando “più o meno alla tua età, sono andato a Parigi per studiare Ingegneria, ma non l’ho mai finita, era troppo difficile. Ho raggiunto mio fratello a […]

Gente di Dublino [Faenza]

Alle sette del lunedì mattina, l’atrio della stazione è una scena particolare: la maggior parte delle persone versa in uno stato catatonico e il rumore è ridotto allo sferragliare dei treni e alla voce meccanica di Trenitalia; se poi la stazione è illuminata dai primi raggi di sole della giornata gli effetti si vedono ancora […]

Venti Poesie d’amore e una Canzone Disperata [Londra]

Tube, Victoria Line: 9 am. Seduta a fianco a me una ragazza sulla ventina, indossa un tailleur e sulle ginocchia ha una borsetta da lavoro. In mano sfoglia un libro dalle pagine gialle, quasi consumate dagli anni. E’ persa tra parole di quel piccolo libretto, qualche volta si ferma a pensare per poi annotare qualcosa […]

Ogni mattina a Jenin [Faenza]

Ci sono lettori, spesso abituali, che possono risultare difficili da inquadrare, come quelli che ad esempio tengono nascosta la copertina del libro in lettura: uno di questi è un signore sulla cinquantina, brizzolato e con una barba non molto lunga ma folta che ogni mattina incontro in stazione seduto intento a leggere. L’uomo ha il […]

Boxer Handsome [Londra]

La ragazza sul bus accanto a me, capelli corti e tinti di azzurro, ascolta la musica ad alto volume. Sul sedile a fianco, appoggia un libro: Boxer Handsome di Anna Whitwham. Per tutto il viaggio, però, il romanzo resta lì abbandonato, senza che venga aperto o guardato. Fino a quando una signora le chiede di […]

Berlin Blues [Vienna]

Wien Meidling, Euro Night 234 da Monaco a Roma Termini. L’unico treno in ritardo ha destinazione Italia. Inizio a fissare con astio il tabellone e quei 30′ che presto raddoppieranno, finché un paio di leggings a fantasia arancione arrivano a sollevarmi l’umore. La ragazza posa una valigetta rigida retrò e si siede al mio fianco. […]

E l’eco rispose [Cesena]

Nella sala d’attesa della stazione ci sono delle sedie in plastica con una seduta che permette letteralmente di sprofondarci dentro e che a primo avviso risultano comode…se non si hanno problemi di schiena. Proprio oggi una signora anziana con occhiali dalle lenti molto spesse è bella che sprofondata e attorno a sè ha pure creato […]

Hunger Games [Faenza]

Una ragazza, capelli neri lisci e occhi scuri, sta sfidando la temperatura sotto zero al binario 4, in attesa del treno. E’ totalmente in blu, cioè  borsa, piumino, cappello di lana e jeans sono tutti di tonalità diverse di blu; solo altre due cose staccano dalla monotonia di colore, una borsa aggiuntiva in tela rosa […]

Sogno di una notte di mezza estate [Bratislava-Bergamo]

Aeroporto di Bratislava, gate n. 3. Manca più di mezz’ora all’apertura, ma c’è chi prontamente preferisce aspettare in piedi. I prepotenti tacchi di un’assistente di volo seminano agitazione tra i passeggeri, che si lanciano verso la fila. Subito c’è chi discute per il posto, chi si lamenta per l’attesa, chi parla dei regali di Natale. […]

2666 [Alessandria]

Un ragazzo con la camicia a scacchi, coperta da una felpa azzurra e da una giacca di pelle per difendersi dal freddo ormai pungente, legge sul treno per Torino 2666, di Roberto Bolaño. Ha la barba incolta, legge poche pagine e poi si distrae, si guarda attorno, cerca di sbirciare il libro della ragazza due […]

Divertimento [Torino]

Sono le sette e mezza di mattina a Torino, e l’autobus che porta dalla periferia al centro è pieno di ragazzi con lo zaino, incerti se schiamazzare o dormire ancora un po’. Nell’attesa di passare davanti alle scuole dove scenderà buona parte della folla che occupa tutti i posti disponibili, mi sistemo accanto a una […]

L’insostenibile leggerezza dell’essere [Faenza]

Appena il treno lascia la stazione, una ragazza trova un posto imbucato e, goffamente, riesce ad arrivare a sedercisi prima di altri. Si raccoglie i voluminosi capelli ricci in uno chignon alto, lasciando scoperto il collo chiaro e, dopo essersi aperta la giacca verde militare, estrae dalla sua ventiquattrore in pelle un libro, L’insostenibile leggerezza dell’essere […]

Charlotte Gray [Vienna]

Tram 43. Entro frettolosamente, mi siedo e riprendo la mia lettura. Con la coda dell’occhio, noto all’improvviso un libro alla mia destra. Non riesco a vederne la copertina, ma intravedo una mano ben curata reggerne le pagine. Due anelli semplici, incastrati tra le grinze del dito anulare. Con discrezione alzo lo sguardo: un’elegante signora, un’amabile […]