Archivi tag: libri

Trainspotting [ROMA]

Dall’aspetto si direbbe un Gigi Marzullo un po’ più giovane. Eppure, anche se la bellezza non è probabilmente la sua dote più spiccata, il ragazzo ha un che di intrigante. Nella sua tenuta da lavoro mattutina, completo grigio e zainetto nero da pc, le cuffiette bianche collegate all’ipod e i capelli decisamente scompigliati aprono la […]

Il codice di Newton [Roma]

Una signora dai capelli corti sale sulla metro B e si posiziona accanto ad uno sostegni rossi, mantenendo l’equilibrio in piedi. Appena un posto di libera, si fionda ad occuparlo e rimane seduta per un po’ prima di decidersi ad aprire il libro. Va alla prima pagina e rimane fissa sul prologo di Il codice […]

L’Ultimo Scalo del Tramp Steamer [Milano]

E’ tardo pomeriggio. La Metro Rossa è affollata e il calore delle persone si mischia a quello della stagione. Una signora di mezza età legge assorta, siamo nei primi vagoni uno dei luoghi preferiti dai lettori metrolitani, i passeggeri occasionali non si addentrano fino agli estremi del treno. Sembra accaldata, ma non vuole cedere ed  in silenzio, […]

Conspirata [Roma]

Con la sua polo color pistacchio fosforescente, i pantaloni leggeri bianchi e le scarpe da ginnastica immacolate, il lettore che si appoggia stancamente al sostegno della metro nel ritorno pre-ferie sembra uscito direttamente da un film di Woody Allen…

Santa Muerte Patrona dell’umanità [Roma]

Sfondo nero. Uno scheletro in abiti religiosi con un velo sul capo e una falce in mano. Alla sua sinistra, una bottiglia di liquore quasi vuota e il titolo in giallo fosforescente che recita “Santa Muerte“, e sotto, in bianco, “patrona dell’umanità”. Sopra, in piccolo, l’autore: Fabrizio Lorusso. A tenere in mano il volume dalla singolare […]

Obbedire è meglio [Roma]

Quando salgo alla fermata di Barberini, metro A direzione Anagnina, lui è già lì. Capelli rossi, lentiggini, sopracciglia enormi e folte, avrà forse cinquant’anni. Siede completamente avvolto sul libro che ha in mano, leggendolo avidamente. Nel frattempo le maniche della giacca, troppo lunghe, costringono le mani a farsi faticosamente spazio verso l’esterno per poter sostenere […]

Kafka sulla spiaggia [Roma]

La coprono una maglietta rosa lunga fin sopra le ginocchia e dei pantaloni neri stile – li chiamano – harem. Al polso un bracciale largo, di legno, le dà un tocco etnico; i capelli legati tradiscono tutto il caldo che si respira nel pur condizionato vagone della metro A direzione Battistini. Legge assorta, con l’aiuto […]

Storia di una ladra di libri [Roma]

Sale a Termini e si siede nel primo vagone di una metro A popolata da pendolari di ritorno dal lavoro. Ha una maglietta vagamente trasparente, i capelli legati in modo disordinato e un libro in mano, che cela tra le pieghe un segnalibro proveniente dal Guggenheim di Bilbao. Ma nell’altra mano c’è il Nemico: il […]

Tu sei il male [Roma]

Il trenino Roma-Viterbo sa essere impietoso per gli umani, figuriamoci per gli animali. Inevitabile considerazione, se si osserva la bestiolina impaurita che oggi si accuccia tremante tra le gambe della signora assorta nella lettura del suo volume. Orecchie basse, implora carezze ristoratrici dalla sua postazione tutt’altro che privilegiata: il pavimento sporco e balzellante del mezzo. […]

La danza della realtà – Treviso

Il concetto di aura è un qualcosa di conosciuto nel mondo occidentale, ma si fatica a trovarvi una giusta collocazione spirituale. Non c’è esperienza che ci semplifichi la comprensione. Si trova nel nostro vocabolario mentale come un soprammobile sempre fuori posto. La spiegazione di questa parola è seduta di fronte a me. Ha in viso […]

Il punto di svolta [Roma]

Sarà alto al massimo un metro e sessanta, porta gli occhiali e ha una leggera stempiatura sulla fronte. L’età è indefinibile, ma certamente l’abito gessato, le scarpe nere e la valigetta da ufficio lo collocano nella parte di mondo che alle nove di mattina prende la metro per andare al lavoro. Legge serio, immobile, reggendosi […]

È una vita che ti aspetto [Roma]

Camicia bianca, pantaloni neri, formale ma non troppo, più alta della media delle persone che la circondano. Non si cura della metro stracolma, abbracciando teneramente il palo di sostegno. Costantemente in bilico, novella giocoliera della metro A, quasi crolla addosso ai vicini passeggeri, che fermata dopo fermata danno prova di grande autocontrollo e biblica pazienza […].

Bookselfie: Veronica Adriani [Roma]

Cammina, scrutando attentamente la banchina di Porta Furba alla ricerca di possibili fonti di fastidio. Dopo aver scartato sapientemente la ragazza che urla al cellulare, la coppia di pomicioni e la famiglia con passeggino, sale nel vagone superando con uno scatto da centometrista tutti i passeggeri che ambiscono al posto migliore: quello davanti alla porta che resterà chiusa per un bel pezzo […]

Shada – L’avventura perduta di Douglas Adams [Roma]

Sale a Flaminio, nel tardo pomeriggio, sul trenino della linea Roma-Viterbo. Ha una maglietta nera, capelli corti tinti di un rosso intenso, una borsa rossa e nera di una nota marca spagnola che spopola da qualche anno anche in terra italica, e dei vistosi bracciali di pelle. La matita nera intorno agli occhi e lo […]