Tag Archives: metro – tube

Perfidia

Perfidia [ROMA]

Primo e ultimo amore. O solamente la chiusura del cerchio. Ho iniziato con Ellroy, quasi tre anni fa, col cuore in gola (per l’inizio, e non solo). Chiudo con lui, per adesso. Sguardo arcigno, o solamente austero. Pur con il libro in mano, la linea tratteggiata e immaginaria va dalla punta del naso alla punta delle scarpe, […]

tip tap

A storm of swords [ROMA]

Questo è un ricordo datato, all’imperfetto più che al passato remoto, sobbalzato in memoria senza preavviso. E’ un po’ come la madeleine di quel Signore francese, anche se l’organo di senso coinvolto è l’udito. Accade dopo aver visto ballare tip tap, qualche giorno fa. La connessione ha viaggiato alla velocità della luce, fino al protagonista, […]

GIPI

La mia vita disegnata male [ROMA]

Di fumetti si parla, stavolta. Media statura, sufficientemente grande da essere apparecchiato sulle ginocchia, orizzontale, senza dare fastidio. Sufficientemente tenuto distante da consentire l’approdo di almeno un paio di paia di occhiali. I primi sono fedelissimi alla linea; i secondi (colorati il giusto) sono quelli di Lettore, che mi siede accanto e  proprio non riesce […]

Nizan

LM D’Autore: Aden Arabia [PAOLO DI PAOLO]

Ho la malattia di guardare i libri che le persone leggono: in autobus, in treno, in aereo, in metropolitana. Sui mezzi di trasporto e sulle panchine. Libri di carta, per forza. Mi sorprendo quando sono libri eccentrici, fuori dalle classifiche dei bestseller più prevedibili. Non per snobismo, ma perché allora scatta una curiosità feroce di […]

Emily

Un vulcano silenzioso, la vita [ROMA]

C’è un ragazzo che sembra un ragazzo devoto, dall’abbigliamento che sa di pulito e un libro piccino in mano. La prima cosa che faccio, in questo Lunedì con il posto a sedere, è cercare se al collo compaia una strisciolina di stoffa bianca e devozione: non c’è. C’è un basco da signore anziano e quei nostalgici […]

decameorn

Decameron [NAPOLI]

Linea 1. Eh. C’è qualcosa che non mi torna, appena salita in metro; troppi sguardi orizzontali, quasi nessun capo chino. Poche fermate prima di Toledo finalmente l’attenzione si arena tutta su uno zaino che oscilla, tenuto a spalla per miracolo. Sotto lo zaino una giacca, che ha la meglio sulla folla, sulla temperatura e sul […]

guru

Il privilegio di essere un guru [ROMA]

Battistini. Roma. Inverno. C’è già una figura che si staglia sullo sfondo e sulla banchina. Senza sbavature, è pulito e perfetto nelle linee, ‘buona forma’ insomma. Capelli ricci, un poco brizzolato appena sopra alla fronte. Il Profilo destro è quello che offre a me. Cappotto striato, tra il giallo e il verde. Il libro compare […]

copertina senienteimporta

Se niente importa [ROMA]

Una volta tanto non devo fare nessuna acrobazia per scoprire titolo e autore del libro del vicino viaggiatore. Sono le 8.30 sulla metro B e dal basso del mio sedile, alzando gli occhi, vedo una mucca fissarmi dalla copertina rossa di Se niente importa di Jonathan Safran Foer. Il formato è un po’ più grande […]

copertina il mercante di luce

Il Mercante Di Luce [ROMA]

Capolinea della metro B1. Il treno, pronto sul binario, lentamente si sta riempiendo. Io ed un’altra pendolare ci sediamo l’una di fronte all’altra. Quasi simultaneamente tiriamo fuori dalle rispettive borse il nostro compagno di viaggio. Sarà che la copertina del suo libro è un po’ scura ed inclinata verso il basso, sarà che la mia […]

il-natale-di-poirot

Il Natale di Poirot [ROMA]

Mia nonna li chiamava ‘calamari’. Le occhiaie. Quelle bluette, ma anche violetto, insomma color star light. Quelle che sono davvero il migliore amico dell’uomo da piccolo. Se hai la fortuna di averle, ti accompagnano per tutta la vita. Non sono borse, non si tratta di gonfiore. E’ un questione di colore, semplicemente. Ecco, di grigio […]

copertina Eva Luna

Eva Luna [ROMA]

Ora di punta. La banchina del capolinea sta straripando di persone: le scale mobili non fanno che sfornare ondate di passeggeri che vanno a riversarsi lungo uno spazio che ben presto non sarà più in grado di accogliere nessuno, mentre il binario è ancora vuoto. Quando il convoglio arriva, scatta la corsa al posto a […]

copertina LAngioletto grande

L’Angioletto [ROMA]

Mi accorgo del libro vedendolo riflesso sul finestrino del vagone. Automaticamente lo sguardo va alla ricerca dell’oggetto vero e proprio, aperto tra le mani del suo proprietario, che è un ragazzo sulla trentina, capelli corti e curati, indossa occhiali dalla montatura sottile, scarpe da ginnastica, pantaloni neri e una maglietta gialla. Nemmeno il tempo di […]

formas de volver a casa

Formas de volver a casa [LONDRA]

La carrozza della District line direzione Aldgate East è piena e non appena le porte si aprono sento una vocina dimessa chiedere scusa. Una, due, tre volte. Si devono aprire le acque perché il flebile suono possa entrare. La prima immagine che vedo è quella di tre ingombranti borse di cotone piene di mille cose. […]

copertina Flatlandia

FLATLANDIA [ROMA]

Primo pomeriggio. Linea B della metropolitana. Salgo sul vagone impaziente di tornare a casa e contenta di poter approfittare, ancora per qualche settimana, dell’orario lavorativo estivo, che mi regala qualche ora in più da poter dedicare a me stessa. Non appena prendo posto contro la parete, assisto ad una scena che in un primo momento […]