Archivi tag: roma

Confessioni di una maschera [ROMA]

Le riunioni fuori ufficio sono sempre un’ottima occasione per ricordare a me stessa quanto Roma sia bella, specie se il luogo dell’incontro è prossimo al centro storico, come stamattina. Prendo la metro B fino a Colosseo e da lì salgo, al volo, sull’autobus 85. Davanti agli occhi sfilano in sequenza i Fori Imperiali, l’Altare della Patria, […]

il seggio vacante

Il seggio vacante [ROMA]

Triste. Impossibile definire diversamente la lettrice seduta sul trenino diretto a Piazzale Flaminio, avviluppata su se stessa come se contenesse in sé tutto il dolore del mondo. Gli angoli delle bocca piegati verso il basso, uno sguardo profondo e corrucciato, la tapina legge, giocherellando con il segnalibro che arrotola tra le dita. All’improvviso, la signora […]

Il Mercante Di Luce [ROMA]

Capolinea della metro B1. Il treno, pronto sul binario, lentamente si sta riempiendo. Io ed un’altra pendolare ci sediamo l’una di fronte all’altra. Quasi simultaneamente tiriamo fuori dalle rispettive borse il nostro compagno di viaggio. Sarà che la copertina del suo libro è un po’ scura ed inclinata verso il basso, sarà che la mia […]

Il Natale di Poirot [ROMA]

Mia nonna li chiamava ‘calamari’. Le occhiaie. Quelle bluette, ma anche violetto, insomma color star light. Quelle che sono davvero il migliore amico dell’uomo da piccolo. Se hai la fortuna di averle, ti accompagnano per tutta la vita. Non sono borse, non si tratta di gonfiore. E’ un questione di colore, semplicemente. Ecco, di grigio […]

Il Piantagrane [ROMA]

L’unico aspetto positivo dell’uscire tardissimo dall’ufficio è che si evita l’ora di punta. Questa volta in metropolitana riesco addirittura a sedermi e, soddisfatta, mi accingo ad estrarre dallo zaino il libro che mi accompagnerà a destinazione. Accanto a me un altro viaggiatore legge, ma non riuscirei a scorgere titolo e autore senza farmi notare, inoltre […]

la capitale delle scimmie

La capitale delle scimmie [ROMA]

Pantaloni color senape, camicetta bianca, maglioncino di un verde un po’ sbiadito e una giacca nera. Indossa degli stivaletti con dei bottoncini alti fino alla caviglia, che fanno tanto stile collegiale. Tutto in lei fa un po’ stile collegiale, in verità: anche i capelli raccolti e gli occhiali da intellettuale, anche l’aria concentrata sul libro […]

Tre atti e due tempi [ROMA]

Oggi le lettrici sono ben tre, tutte vicine: due sono in piedi, una seduta. Non si conoscono, eppure il sottile brivido della lettura in bilico sembra legarle da sempre […].

Ciò Che Inferno Non è [ROMA]

Un prelievo del sangue mi costringe ad una levataccia, così eccomi, assonnata e digiuna, sull’80 Express che di primo mattino attraversa Roma, direzione piazza Venezia. Fermata dopo fermata l’autobus si riempie come un uovo di studenti insonnoliti imbacuccati nei loro giubbotti: il loro mondo concentrato nello zaino che svogliatamente pende da una spalla. Più o […]

Diario [ROMA]

Eppure, stavolta è una dedica a essere protagonista. Lettore è seduto, altissimo, si capisce da come e quanto è incrociata la gamba sinistra sulla destra: l’espressione decisiva di chi non è abituato al lusso di due sedili tutti per sé. Ha un cappotto di dubbia modernità, un paio di mani (bellissime) (che sanno di talco […]

L’ingrediente perduto [ROMA]

La prima cosa che mi colpisce, guardandola, è che non ha nemmeno un filo di trucco. È minuta ma sportiva: capelli corti e giacca di pelle, una borsa per spalla. È mattina, e il serpentone bianco e arancione che collega Anagnina a Battistini è, come ogni giorno, zeppo di varia umanità […].

La Regola Dell’Equilibrio [ROMA]

Non appena me ne sono resa conto, ho esclamato ad alta voce: <E’ tornato!>, suscitando sguardi di stupore da parte degli altri passeggeri. Ecco com’è andata: stamattina la linea della metro B/B1 si è bloccata (tanto per cambiare) a causa di un convoglio guasto; al contempo, in superficie, l’investimento di un pedone* da parte di […]

L’arte della felicità [ROMA]

Tra i ciuffi di capelli grigi fa capolino, dispettoso, qualche rado accenno di calvizie. Avrà si e no cinquant’anni, e i suoi occhiali dalla montatura azzurrina fanno pendant con il colletto bicolore della camicia che indossa […]

Mille splendidi soli [ROMA]

Legge in piedi, appoggiata ad un sostegno rosso della metro B, Mille Splendidi Soli di Khaled Hosseini. Capelli biondi a caschetto e una sciarpa molto ampia decorata con motivi floreali intorno al collo. Vestiti scuri e stivali neri completano il suo abbigliamento. A Termini la metro si svuota, i sedili si liberano. La donna adocchia […]

The Readers Club: Copia-e-incolla/ La Primavera di Cosroe [ROMA]

Fila di quattro sedili, metro A, itinerario imprecisato tra Valle Aurelia e Pontelungo. A guardarli vicini, questo è il contrasto perfetto. Anche se lui,a destra, è in tenuta da lavoro e lei è vestita da sua figlia ribelle. Anche se tutto lascia intendere che a lui manchi una giacca, e molto più di una fermata […]