Archivi tag: Stranieri – Foreigners

LM Stories #3

Il leggero ondeggiare della nave in questa magnifica giornata di sole può avere vari effetti: può fare ondeggiare anche il nostro stomaco, con conseguente stato di disagio gastrointestinale, può stimolare l’appetito dei viaggiatori o, come ogni mezzo di trasporto, con le dovute precauzioni può manifestarsi in una interessante voglia di leggere, anche per passare il tempo. La […]

Guida triste di Parigi [Vienna]

A colpirmi è la delicatezza con cui sfoglia le pagine e il colore che emana il suo sguardo. Sembra accarezzare la carta con i pollici e dedica particolare attenzione a qualche frase, parola, di tanto in tanto, accompagnandola con l’indice. I capelli le incorniciano simmetrici il viso rotondo e due folte sopracciglia sovrastano gli occhi, grandi e leggermente mandorlati. Occhi scuri che emanano una sfumatura blu tenue, di cielo coperto e di sole pallido. Racchiude nello sguardo il colore di Lima nei mesi invernali; nei capelli spessi è rimasto del vento, …

The bell jar [Venezia]

Due gambe lunghe e sottili custodiscono una valigia enorme, troppo pesante per raggiungere la mensola portabagagli. Uno chignon disordinato raccoglie i capelli lunghi con l’aiuto di qualche forcina colorata qua e là. Lei, di una bellezza nordica acqua e sapone, è in viaggio da ore. Lo dicono la sciarpa e la giacca buttati al suo fianco, decisamente fuori stagione, e lo zainetto in pelle tutto tasche da cui estrae, di tanto in tanto, qualche cartolina e beni di prima necessità: cellulare e acqua, …

Il giovane Holden [Imola]

Un ragazzino in completo militare sgualcito legge con bocca semiaperta Il giovane Holden sul treno che va a Bologna; guarda molto spesso fuori, impaziente di arrivare, mentre la lettura procede lentamente.

Siddharta [Faenza]

Se ne sta accovacciata tenendo la schiena dritta sulla colonna del binario 3, lontana dalla massa di studenti e lavoratori che aspettano il treno per Bologna, in gonna blu, giacca di pelle e scarponcini neri. Tira un vento forte, vento caldo, vento di Sahara che porta con sè sabbiolina rossa quasi impalpabile, ma lei se […]

Berlin Blues [Vienna]

Wien Meidling, Euro Night 234 da Monaco a Roma Termini. L’unico treno in ritardo ha destinazione Italia. Inizio a fissare con astio il tabellone e quei 30′ che presto raddoppieranno, finché un paio di leggings a fantasia arancione arrivano a sollevarmi l’umore. La ragazza posa una valigetta rigida retrò e si siede al mio fianco. […]

Aspettando Godot [Vienna]

Due stivaletti blu salgono i gradini del tram. Si fanno spazio tra il muro di passeggeri, e a piccoli passi conquistano una superficie all’estremità opposta. Si cala uno zainetto tra le gambe. Una sciarpa paglierina tocca il pavimento e un guanto in pelle la spinge rapida verso l’alto. Estrae un libricino dallo zaino. Gli stivaletti […]

Charlotte Gray [Vienna]

Tram 43. Entro frettolosamente, mi siedo e riprendo la mia lettura. Con la coda dell’occhio, noto all’improvviso un libro alla mia destra. Non riesco a vederne la copertina, ma intravedo una mano ben curata reggerne le pagine. Due anelli semplici, incastrati tra le grinze del dito anulare. Con discrezione alzo lo sguardo: un’elegante signora, un’amabile […]

I figli della mezzanotte [Vienna]

Karlsplatz. La metro rallenta entrando in stazione, e io lo noto attraverso i vetri ancor prima di salire. Entro rapidamente e mi siedo davanti a lui. Trench verde militare con cintura annodata in vita; jeans largo raccolto in un paio di Dr. Martens perfettamente allacciati. Un lungo ciuffo castano fuoriesce dal cappuccio alzato della felpa. Siede […]

Il talento del cuoco [Vienna]

Il tram attraversa la rotatoria di Schwarzenbergplatz con una curva lenta e larga che per un attimo mi disorienta. Sarà che viaggiare in direzione opposta al senso di marcia mi fa sempre un certo effetto. Sposto lo sguardo davanti a me, e la noto seduta in fondo al tram. I capelli raccolti sulla nuca in uno […]

La leggenda degli albi [Vienna]

In perfetto equilibrio davanti alla porta dell’autobus, un ragazzo aspetta la sua fermata con la musica alle orecchie. Scarpe sportive ai piedi, jeans comodo e t-shirt. I 20 gradi dell’autunno viennese regalano un sorriso in più a tutti, e una sfilza di braccialetti colorati ai polsi gli ricorda i festival di musica estivi. Con la […]

Autunno a Pechino [Vienna]

Converse nere usurate, tracolla marrone che avvolge una giacca a vento oversize. Ha i capelli umidi; anche lui si è appena preso la pioggia, ma non è tipo da ombrello. Il corpo è leggermente sbilanciato in avanti, le braccia tese verso un paio di cosce smilze. Dieci dita lunghe avvolgono Autunno a Pechino di Boris […]

Rosso come una sposa [Vienna]

Autobus strapieno, si procede a passo d’uomo. Sono tutti di fretta e particolarmente nervosi stamattina. Una ragazza sulla ventina, scarpa sportiva, capello corto e disordinato, sta in piedi con la schiena appoggiata all’obliteratrice. In una mano tiene il cellulare, nell’altra l’edizione in tedesco di Rosso come una sposa della scrittrice libanese Anilda Ibrahimi. É distratta, alza […]

L’insostenibile leggerezza dell’essere [Vienna]

Le ginocchia abbandonate a destra sul metallo del vagone; la testa china, delicatamente appoggiata al vetro. Fuori fa già buio, gli occhi sono stanchi. Il corpo sembra dilatarsi silenzioso sulla plastica del sedile. La mano sinistra regge L’insostenibile leggerezza dell’essere di Milan Kundera. lo sguardo è fisso sulle righe. A vederla sembra scomoda. La voce registrata […]