Archivi tag: Torino

Liberazione [Torino]

Porta Susa, il binario 2 si prepara all’arrivo del Frecciabianca 9737 per Trieste Centrale: chi si saluta, chi aspetta impaziente, chi parla al telefono. Un uomo di mezza età siede alla mia destra e osserva la scena in silenzio. Incrocio per caso il suo sguardo e non riesco a fare a meno di ricercarlo in quell’attesa. C’è qualcosa di silenziosamente percettibile in quel gran caos, qualcosa che sul momento percepisco appena. Eppure “c’è un modo di entrare in contatto tra ….

Northanger Abbey [Torino]

Su un pullman non troppo affollato, una giovane sui 35 anni legge Northanger Abbey di Jane Austen. Occhiali dalla montatura sottile, maglia con una fantasia sui toni del blu e del beige, e tra i capelli castani un cerchietto sottile a pois. Sembra tormentata, legge poche pagine e poi si appoggia il libro sulle gambe […]

Ars attack [Torino]

Nonostante si tenti sempre di non cadere negli stereotipi dell’apparenza, capita alle volte di finirci, inaspettatamente. Spesso é proprio con un sorriso che ne usciamo, con altrettanta sorpresa. Torino, fermata metro Principi d’Acaja: attraversa le doppie porte di vetro con un’andatura lenta e delicata; il busto leggermente piegato in avanti dall’età, una folta chioma canuta perfettamente ordinata, fresca di lacca e messa ….

Dicembre è un mese crudele [Torino]

In un’estate in cui agosto sembra ottobre, non si può biasimare chi legge Dicembre è un mese crudele, di Elizabeth George. Lui è sui 55, ha i pantaloni color sabbia e una borsa militare. A treno fermo studia la quarta di copertina, anche se il segnalibro indica che è già oltre la metà. Quando partiamo […]

Tempesta di spade [Torino]

Torino, fermata metro Rivoli. Il traffico da entrata in ufficio è passato e siamo in pochi ad aspettare sui binari. Non mi guardo molto attorno; nascondo i segni di una nottata afosa dietro due lenti nere e osservo fuori fuoco la metro di fronte partire in direzione Fermi. Un ragazzo si avvicina e occupa lo spazio tra me e le porte di vetro. Noto una figura alta, uno zaino, le scarpe di Steve Jobs. Non ci avrei fatto caso, se non fosse che continua a passarselo di mano in mano. Non é impresa facile scoprire il titolo del libro che, una volta saliti in metro, nasconde sottobraccio: …

Therese Raquin [Torino]

Sale sul treno ancora fermo nella stazione di partenza. È un ragazzo sui venticinque anni, barba e capelli rossi con un accenno di calvizie incipiente. Indossa un paio di jeans e una semplice polo blu, e ha con sé una borsa rossa da studente. Dietro gli occhiali dalla spessa montatura nera, gli occhi sono azzurrissimi…

Pulp [Torino]

Il treno è fermo nella stazione di Porta Nuova quando la Polfer passa a dare un’occhiata nel vagone ancora semivuoto. Si fermano accanto a un ragazzo sui venticinque anni, testa rasata e barba lunga, piercing vari e pantaloni larghi, che siede leggermente scomposto e tiene tra le mani Pulp di Charles Bukowski. Gli chiedono i documenti…

La briscola in cinque [Torino]

Il pullman è poco affollato, per una volta. Una donna alta, con i capelli neri ricci, un paio di jeans e una camicia sotto il maglioncino con lo scollo a V, trova subito un posto libero. Si appoggia sulle ginocchia il sacchetto di una grossa libreria, da cui spunta uno scontrino quando tira fuori due […]

L’Odissea [Torino]

Nella metro semi-vuota delle quattro del pomeriggio, una signora entra e si guadagna un posto a sedere. I 60 sembrano passati da un po’, indossa un cappotto scuro e dei pantaloni grigi. I capelli sono ricci, piuttosto corti, rosso rame. Dopo essersi sistemata, tira fuori dalla borsa l’Odissea di Omero. Il libro è grande, ingombrante, […]

I pilastri della terra [Torino]

Nella metro affollata di fine giornata, una signora sui 60 si è conquistata un posto a sedere. I capelli ramati, tagliati corti, hanno una piega perfetta. Oltre alla borsa color cuoio, tiene sulle ginocchia alcune buste di negozi. Probabilmente sta tornando a casa da una sessione di shopping pre-natalizia. Legge I pilastri della terra di […]

Una vera donna [Torino]

Ho tredici fermate di metropolitana davanti a me prima di scendere così, appena trovato un posto a sedere, imposto il cellulare affinchè vibri dopo 15 minuti e socchiudo gli occhi. E’ venerdì e la stanchezza della settimana si fa sentire. Dopo un paio di fermate qualcuno mi si siede di fronte. Apro gli occhi e […]

Croce del Sud [Torino]

Salgo sul pullman strapieno e mi sistemo a metà; pochi attimi ed una ragazza di circa trent’anni si fa spazio tra gli zaini degli studenti che intasano le entrate. In mano ha un libro dalle dimensioni ridotte e con la copertina arancione. Non appena riesce a vincere la sua personale battglia contro le cartelle e […]

Divertimento [Torino]

Sono le sette e mezza di mattina a Torino, e l’autobus che porta dalla periferia al centro è pieno di ragazzi con lo zaino, incerti se schiamazzare o dormire ancora un po’. Nell’attesa di passare davanti alle scuole dove scenderà buona parte della folla che occupa tutti i posti disponibili, mi sistemo accanto a una […]

La bussola d’oro [Torino]

Una ragazza di non più di 20 anni sale sulla metro semi-vuota. Porta una borsa colorata a tracolla, una sciarpa morbida a pois, i capelli chiarissimi raccolti in una coda. Probabilmente è una studentessa. Gli abiti e il modo di fare fanno pensare a una persona vitale, allegra. Anche le sneakers colorate che indossa contribuiscono […]