Archivi tag: treno – train

Outland Rock [Cesena]

Dei problemi dei “Treni ad alta frequentazione” ne abbiamo già parlato e nemmeno oggi la situazione è tanto rosea: gente ovunque che occupa indefinitamente ogni angolo possibile. In questo marasma di persone che potrebbe aiutarci a trovare l’anello mancante tra l’uomo e l’animale non evoluto, c’è un ragazzo biondo dall’aria nordica, con piccoli occhi neri ma sopratutto, dettaglio […]

Harry Potter e il prigioniero di Azkaban [TREVISO]

Un tic nel lato destro del corpo. Ma il ragazzo continuava a leggere come niente fosse. Un altro tic. E non un accenno a smettere. Quella stranezza che il mio cervello rilevava, in realtà era stata resa completamente superflua dal cervello del lettore, che assorto nel mondo della lettura si ritrovava a gestire parole, e […]

Il sentiero dei nidi di ragno [Cesena]

Il treno è di quelli a due piani, meglio noto anche come treno ad alta frequentazione, ancor più noto come terrore dei pendolari: è un treno talmente ristretto negli spazi che, una volta seduti, si è fisicamente a contatto con le altre tre persone sedute lì vicino. Al piano di sopra, ristretta fra la restante fauna […]

Casa di bambola [Faenza]

Sarà che è mattina presto, sarà che è ottobre e sarà che c’è la nebbia, ma al binario 4, complici anche i treni merci in transito, il fresco oggi lo si sente tutto: dalle facce assonnate degli altri viaggiatori si nota infatti qualcuno percorso da brividi o semplicemente infreddolito, mentre aspetta un treno che fa […]

Le parole non le portano le cicogne [TREVISO]

Grandi boccoli biondi accompagnavano il suo sorriso. La spensieratezza traboccava in ogni suo gesto. La si poteva notare nella cortesia di spostare i propri indumenti dal posto vuoto per lasciar accomodare una ragazza orientale. Nella precisione nel fornire indicazioni alla stessa ragazza. Nel farsi posto in un treno troppo affollato. E la mia simpatia era […]

Anna Karenina [Faenza]

La mattina è appena iniziata, ma si vede già che oggi la luce la farà da padrona e non saremo di nuovo sotto una cappa di nubi; sul treno anche le solite persone appaiono sotto una luce diversa e sembrano più rilassate e meno contrite del solito; una di queste per la prima volta la trovo […]

I fiori del male [TREVISO]

Il ciuffo biondo stonava con il resto dell’abbigliamento. Rigorosamente scuro. Al massimo una scelta tra lucido ed opaco. Ma non una tinta che potesse uscire dalla gamma di colori limitrofi al nero. L’unica nota di colore era data dal ciuffo, spostato a sessioni ripetute come un perseverante ostacolo a cucù. E uno sguardo fisso, impegnato […]

Advaita: anatomia del divino [Faenza]

In stazione capita di incontrare qualcuno che si conosce…magari direttamente al binario di fronte. Una ragazza al binario 4 infatti ha appena avvistato al binario 3 una amica, in partenza per Firenze che le racconta di stare partendo per Napoli, con scalo intermedio Roma; al sentire queste parole molti dei pendolari, alcuni ancora freschi di […]

Il tempo del Sole e della Luna [Faenza]

Se ne sta nel chiarore dei raggi solari della sala d’attesa della stazione: ai piedi un enorme borsone strapieno, le spalle grosse e le braccia larghe appoggiate ai due sedili adiacenti. E’ un ragazzo quello che sta occupando tre posti con la sua indubbia fisicità: capelli ricci e chiari arruffati, con felpa: “Taekwondo Torino” e un […]

L’analfabeta che sapeva contare [Treviso]

La stranezza del titolo la si ritrova nella scelta degli abiti. Complice il tempo atmosferico che si dedica ai voltagabbana, la ragazza indossa un maglione di lana e degli shorts. Ha una giacca leggera appoggiata sopra il sedile vuoto alla sua destra, e un ombrello umido che gocciola per terra nel vagone del treno. Le scarpe […]

Filosofia per la vita [Bari]

La gente gli dà le spalle e sogghigna nel vederlo leggere come un bambino delle elementari, lasciandosi guidare dall’indice ed aiutandosi con il movimento delle labbra. Io ne sono rapita, invece. Un uomo sulla trentina. Legge con la stessa avidità con cui l’italiano medio si avventerebbe sulla parmigiana di melanzane tiepida della nonna, gli occhi in fuori come a voler captare il maggior numero di verità possibili e l’espressione appagata ed affamata allo stesso tempo. Di tanto in tanto solleva la testa, guarda fuori dal finestrino, ma subito riprende a fare la scarpetta sul suo libro tenuto poggiato sul…

La leggenda del santo bevitore [Forlì]

Incontri così ti possono cambiare la vita: di una bellezza acqua e sapone, lei e i suoi grandi occhi seguono le righe de La leggenda del santo bevitore di Joseph Roth con attenzione e molto interesse.
Con una ciocca di capelli che ogni tanto sale sopra la montatura degli occhiali tondi e che sposta con delicatezza come fosse l’ennesima pagina da girare, legge come se facesse parte di un piccolo ecosistema in cui è presente solo lei e dove le leggi fisiche perdono d’importanza, mentre tutto lì attorno sembra sospeso …

Gomorra [Faenza]

Il gruppo è il tipico gruppo di amiche trentenni che si prepara ad una giornata al mare, probabilmente Rimini o Riccione: il treno arriverà, come ogni mattina, al binario 4. Ridono e scherzano, prendono in giro in modo giocoso i figli che non sanno fare una lavatrice o che vivono perennemente incollati al telefono, portando […]

The brotherhood of Freemason Sisters [Forlì]

Una giovane ragazza sta parlando un po’ in inglese, un po’ in italiano con altre due ragazze (italiane) che le domandano della sua vita in Inghilterra, ascoltandola deliziate, probabilmente per il perfetto accento che noi italiani, a parte grossi sforzi e molto studio ci possiamo solo sognare. L’inglesina si scopre essere, oltre che una studentessa di […]