Archivi tag: Viaggiatori – Travellers

La danzatrice bambina [Cesena]

Il libro ha ancora l’etichetta della bancarella dalla quale è stato acquistato (un adesivo 2€ rosso che prende una buona porzione di copertina) e giurerei che abbia ancora la sabbia tra le pagine: La danzatrice bambina di Anthony Flacco. Il treno (un Vivalto in cui si sta strettissimi, con aria condizionata spenta) è stipato di […]

Quer pasticciaccio brutto de via Merulana [Faenza]

Lo sguardo è penetrante e colmo di disprezzo, il naso aquilino comporta ancora più serietà: la signora cinquantenne coi capelli di un leggero biondo tinto mi sta guardando male, forse ha scoperto il mio tentativo di bookwatching; in tutto questo, non ci sono nemmeno riuscito, un po’ perchè lontana due file, un po’ perchè ora lo tiene più nascosto […]

La danza della realtà – Treviso

Il concetto di aura è un qualcosa di conosciuto nel mondo occidentale, ma si fatica a trovarvi una giusta collocazione spirituale. Non c’è esperienza che ci semplifichi la comprensione. Si trova nel nostro vocabolario mentale come un soprammobile sempre fuori posto. La spiegazione di questa parola è seduta di fronte a me. Ha in viso […]

Il ladro di merendine [Faenza]

Nonostante questo mese Trenitalia abbia incluso nell’abbonamento due saune giornaliere totalmente gratuite, una donna quarantenne, ben curata, attira gli sguardi sconvolti di più di un passeggero in via di scioglimento: ha infatti addosso contemporaneamente maglietta, maglioncino, giacchetta sulle spalle e pantaloni, tutto rigorosamente scuro. Non si fa troppi problemi della temperatura e legge con nonchalance Il ladro […]

A proposito di lei [Forlì]

Sul regionale il nervosismo è abbastanza palpabile: il treno ha fatto molte fermate non previste e ora viaggia, a metà del suo lungo tragitto Piacenza-Ancona, con 55 minuti di ritardo; praticamente in coda ha l’altro regionale, quello dell’ora successiva. Una donna di piccola statura, per la prima parte del mio tragitto silenziosamente presa da A proposito […]

Memorie di Adriano [Faenza]

Uno degli effetti collaterali del pendolarismo è associare il volto di una persona conosciuta ad un altro pendolare visto tutte le mattine; il problema è che spesso successivamente ci si pone la domanda “Ma chi mi ricorda?”. La sosia è una lettrice che incontro molte mattine sul binario, in attesa del mio stesso treno: tra […]

Bookselfie: Francesco Foresta [Faenza]

Sale sul regionale per Rimini un po’ affannato e si abbandona al primo sedile libero che trova, dopo aver travolto signori sudati, signore agghindate come alberi di Natale e ragazzini pronti per andare in spiaggia. Dallo zaino sovraccarico tira fuori un paio di occhiali da lettura blu e un libro dal bordo azzurro: è Norwegian Wood […]

ENG: Siddharta [Faenza, IT]

A girl is crouching and leaning against the 3rd platform’s column, far away from all the students and employees who are waiting the train to Bologna; she wears a blue skirt, a leather jacket and black boots. A hot wind blows, trailing with it some sand, a red impalpable sand that comes from the Sahara…

Raccontami la notte in cui sono nato [Roma]

Come la chiacchiera durante i concerti, con la stessa tenacia e ostinazione, un esemplare di Essere Umano dotato di pachidermico telefono cellulare e decibel vocali senza paragoni sta disturbando Lettore Giovane, metro A, ore 7.30, San Giovanni. Lettore Giovane stacca ripetutamente lo sguardo dal libro, come quando non si vuol perdere di vista il susseguirsi delle fermate. Stavolta la procedura ritmica di “sollevamento testa” è raddoppiata, perchè…

22/11/63 [Forlì]

Appena il treno ferma e le porte si spalancano, si sente subito una musica abbastanza forte provenire dall’esterno e che, pian piano, si fa sempre più forte. Arriva infatti un ragazzo ben piazzato, con un paio di auricolari ad un volume talmente alto da far sembrare il treno che riparte a scatti un leggero sibilo; sistema nel portabagagli la sua chitarra senza custodia, sorride alla signora che lo guarda sconvolta e prende dal suo zaino un paio di occhiali bianchi e…

Ballando nudi nel campo della mente [Ferrara]

Un cinquantenne dal folto pizzetto che ha tutta l’aria di essere un professore, è seduto sulla panchina di marmo al binario 4 in attesa del treno per Bologna. Dal taschino della camicia rosa tira fuori un paio di occhiali da lettura dalla montatura sottile e recupera dalla tasca anteriore della valigia Ballando nudi nel campo […]

Il giovane Holden [Imola]

Un ragazzino in completo militare sgualcito legge con bocca semiaperta Il giovane Holden sul treno che va a Bologna; guarda molto spesso fuori, impaziente di arrivare, mentre la lettura procede lentamente.

La mia seconda vita [Forlì]

Una donna coi capelli color paglia e non molto lunghi sta dormicchiando appoggiata al finestrino, con addosso la sua giacca leggera come fosse una coperta; da sotto esce una mano che tiene ancora stretto il libro che stava leggendo prima di crollare: La mia seconda vita di Christiane Felscherinow. Dati i suoi occhi truccati con […]

Il linguaggio segreto dei fiori [Forlì]

All’arrivo del treno a Forlì la prima cosa che colpisce nell’apertura della porta è la pettinatura, un crocchio alto di capelli neri che svetta, per poi passare all’acidulo profumo dolce che investe il piccolo vagone, notando infine gli stivali alti grigi, il trucco pesante e il chewing gum masticato con forza e rumore. In pochi […]