unastoria [Roma]

unastoria-coverTrovarlo in metro è già un atto di coraggio, viste le dimensioni non proprio tascabili. E’ un libro che occupa spazio, è in affido a due mani grandi e bellissime. Con gli occhi bassi e all’ingiù, con le ciglia lunghissime e la maglietta a maniche corte colorata. Ha uno zainetto appoggiato a terra e una cartellina di plastica ben oltre il formato A4. Il manico è di plastica gialla, come i capelli e come la maglietta. E’ un particolare importante, in accordo con la temperatura esterna. Eppure quella interna di Lettore Giovane ma non giovanissimo sembra essere meno esuberante: è molto concentrato, seduto in uno dei sedili centrali, con altri due passeggeri ai lati. Passare per Lepanto vuol dire fare capolino sul lungotevere e beccarsi tutta l’antipatia (o piacevolezza, a seconda dell’umore e del meteo) dei raggi di sole improvvisi, per una manciata di secondi. Raggi gialli, appunto. Che spezzano i toni meno esotici della copertina del libro, ma vanno d’accordo con l’unico accenno di luce della suddetta. Come un quadro.
Roma in questi giorni è il mese più freddo dell’anno, Lettore è il passeggero più illuminato e accor(d)ato del mese: unastoria, Gipi.

3 commenti

  1. L’ha ribloggato su matsymanue ha commentato:

    Giallo.

  2. Non conoscevo questo libro ma conosco Gipi che è un genio…

    1. Gipi ha il genio degli antichi (http://www.minimaetmoralia.it/wp/gipi)… e raccontare chi lo legge con passione è un privilegio

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: