Author Archives: Riccardo Tommasini

Expo 58 [Milano]

Milano, M1 la Rossa 7.02. Nell’ultimo vagone siamo in pochi, è proprio presto, anche per Milano. Una ragazza di circa 30 anni, mostra tutta la sua bellezza assonnata. Capelli raccolti. Borsa a tracolla. Veste elegante il pragmatismo cittadino mentre cammina con il telefono in mano. Ad un primo sguardo pare svogliata. Poi. svolti i suoi compiti ripone l’arnese ed […]

Il Ragno [Milano]

Una signora dai capelli corti e grigi, tiene tra le gambe una borsa di Harrots, protetta dentro una busta più ampia, di cartone. Appeso al collo ha un altro grosso borsone nero al di sotto del quale spicca un pesante maglione invernale. Così, ben coperta, si sistema in piedi in centro carrozza. Una sensazione di simpatica goffaggine […]

Accabadora [Milano]

Una signora di circa quarant’anni,  si dondola, nello spazio di passaggio tra due vagoni mentre legge come sospesa. Il luogo non è dei piu stabili, ma lei non sembra curarsene. Nonostante con tutte quelle borse, ne ha ben due appese alla spalla destra, prosegue nella lettura come se  a tenerla in piedi fosse proprio quell […]

L’Ultimo Scalo del Tramp Steamer [Milano]

E’ tardo pomeriggio. La Metro Rossa è affollata e il calore delle persone si mischia a quello della stagione. Una signora di mezza età legge assorta, siamo nei primi vagoni uno dei luoghi preferiti dai lettori metrolitani, i passeggeri occasionali non si addentrano fino agli estremi del treno. Sembra accaldata, ma non vuole cedere ed  in silenzio, […]

Bookselfie: Riccardo Tommasini [Milano]

La città è quella della nebbia, la stagione non è la sua visto il caldo. Nella metro rossa solo pochi reduci a quest’ora di sabato: semideserta e troppo fredda, l’ultima carrozza ospita un solo lettore. Un ragazzo, diretto verso un esame in un giorno improbabile. Non si siede mai, nemmeno se c’è posto, ma il libro […]

Auguri di felice Natale da Libri in Metro

Buon Natale da parte di tutta la redazione di Libri in Metro! Qual è il modo migliore di celebrare la ricorrenza? Regalare dei bei consigli di lettura! Uno per “cercatore”, così che tutti trovino quello che fa per loro. Dateci dentro!! Cogliamo l’occasione anche per ringraziarvi del sostegno e della partecipazione, sia sul blog sia sulla […]

Due di Due

Una ragazza legge nell’ultimo vagone. la metro è piena ma senza esagerare, ancora è presto. Tiene la borsa a tracolla alloggiata sul ventre mentre si tiene in equilibrio contro una porta. Ha un libro importante, almeno me lo ricordo così, Due di Due di Andrea De Carlo

1Q84 [Milano]

Un ragazzo legge scomposto nell’ultimo vagone. Accompagna la lettura con della musica e per isolarsi del tutto usa delle cuffie imponenti. Anche il libro, che tiene sollevato con una mano, è di quelli che ti portano altrove: 1Q84 di Haruki Murakami

Il Silenzio Dell’Onda [Milano]

Si fa largo con decisione questa signora. Spinge il braccio appuntito del libro tra la folla e vi si incastra. Conquistato lo spazio ritorna a leggere, trionfando, il Silenzio dell’Onda di Gianrico Carofiglio.

Robinson Crusoe [Milano]

Un signore di circa 30 anni, non ha molti capelli. Porta un giubbotto di pelle ancora pesante, non si fida del tempo di questi giorni. Il libro che legge è vecchio ma ben tenuto anche se  ormai ha le pagine ingiallite. Un classico: Le avventure di Robinson Crusoe di Daniel Defoe.

La Seconda Mezzanotte [Milano]

Una signora sui 30 anni tiene un libro stretto in mano, La Seconda Mezzanotte di Antonio Scurati. La lettura è finita e lei aspetta di scendere. È vestita in un modo originale, senza cappotto ma con un maglione pesante. Lo sguardo ora vaga su i compagni di viaggio  mentre poco prima fissava le pagine del […]

La Visione del Cieco [Milano]

Metro rossa, 10.42. Una ragazza sulla trentina legge seduta nel sedile d’angolo. Tiene il libro sollevato con una mano mentre lo sfoglia; la lettura sembra veloce. Ha la giacca appoggiata sulle gambe, colpa del  primo caldo di questa tarda primavera. Il titolo del libro è La visione del Cieco di Girolamo De Michele.

Le Ultime Cinque Ore [Milano]

Un ragazzo legge in piedi reggendosi con una mano. Con l’altra abbraccia il libro, Le Ultime Cinque Ore di Duglas Coupland, tenendolo saldamente puntellato al petto. Un cappellino nero e anonimo gli obreggia il viso. Da seduti sembra altissimo e con gli auricolari che penzolano dalle orecchie pare anche molto molto lontano.

Giuliet Naked [Milano]

Una ragazza con un cappello rosso legge seduta nell’ultimo vagone. Porta gli occhiali sul naso, porta due borse: la prima, scolastica,  tra le gambe; la seconda, personale,  appoggiata con cura sulle ginocchia. Per le mani ha Juliet Naked di Nick Horby.