If You Were Me [TORINO]

sheSul pullman che porta in periferia, a ora di pranzo, davanti a me è seduta una donna sulla quarantina. Inizialmente la vedo solo di spalle. I capelli biondi (tinti) sono raccolti in una coda che lascia scoperti due semplici orecchini a brillante. Indossa un golfino rosa e un paio di jeans. Si passa un po’ di cipria sul naso, rimirandosi in uno specchietto rotondo, poi lo mette via soddisfatta e tira fuori un libro, aprendolo sul sacchetto del pane che tiene sulle ginocchia. Dopo poche pagine si alza, chiude il libro e a questo punto vedo che si tratta di If You Were Me, di Sheila O’Flanagan. Prima di scendere si volta leggermente verso di me, e riesco a scorgere le lentiggini che le punteggiano il volto delicato.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: